Ermal Meta balla coi lupi a Milano (con molte sorprese)

2
Ermal Meta
Ermal Meta in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 - © Foto: Riccardo Medana

Per raccontare il concerto di Ermal Meta al Forum di Assago bisogna iniziare dalla fine. Quando, appena finisce di cantare A parte te, l’ultimo dei 27 brani di una scaletta tiratissima, dice: «Mi avete messo i brividi». Si potrebbe aggiungere che lui autentici brividi li ha regalati alle 10.000 persone che hanno cantato, ballato, pianto di gioia per tutta la sera. Non contento, si è seduto al piano ed ha proposto un extra fuori programma, un’intensa versione di Schegge. Fosse dipeso da lui, da quel palco non sarebbe mai sceso. E il suo pubblico avrebbe continuato ad ascoltarlo estasiato per ore.
Ecco, il pubblico merita una menzione particolare. I Lupi di Ermal (così si chiamano i suoi fan) lo sostengono sempre con un amore quasi commovente, e anche ieri sera sono stati un “plus”, lanciandosi spesso in un gigantesco karaoke e a volte diventando parte integrante dello show, inventando coreografie di massa molto spettacolari. Per esempio, durante Le luci di Roma hanno velato i cellulari con pezzi di carta velina blu creando un effetto cielo stellato. Per Volevo dirti, grazie a migliaia di fogli distribuiti nei vari settori, hanno composto la scritta “mai solo”. Mentre Ermal cantava New York, con gli schermi dei telefonini accesi hanno illuminato a giorno il Forum.
Lo show è iniziato poco dopo le 21. Col palco ancora semi-buio, gli amplificatori hanno diffuso i versi di una poesia. Poi è entrato in scena Ermal. Per stemperare la tensione, è partito subito con uno dei suoi pezzi più rappresentativi, quel Non abbiamo armi che dà il titolo sia al suo ultimo album, sia al tour. Gli sono bastati pochi minuti per scaldare il motore. Poi la macchina ha iniziato a girare a mille e non si è fermata più. Già col secondo pezzo, Gravita con me, il pubblico saltava contento. E con il terzo, l’amatissimo Ragazza paradiso, il clima era diventato incandescente.
Da lì in avanti è stato tutto un crescendo. Con momenti davvero esaltanti. E grandi esplosioni corali supportate come sempre da un pubblico mai sazio. Per ricompensarli, oltre a dare tutto se stesso, Ermal ha messo sul piatto un buon numero di ospiti. Alcuni davvero a sorpresa, come Antonello Venditti: dopo aver cantato Caro Antonello, ha fatto un discorsino: «La vita è davvero una storia fantastica. Tre anni fa passavo il tempo chiuso nella mia cameretta. Non speravo, non sognavo nemmeno quello che poi è successo. Oggi sono qui, con voi e con il mio ospite…». Assieme al quale ha proposto a due voci una canzone di Venditti del 2003,Che fantastica storia è la vita.

Ermal Meta
Ermal Meta e Antonello Venditti in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 – © Foto: Riccardo Medana

Una ventina di minuti più tardi ha duettato con Jarabe De Palo in Voodoo Love. Poi è stata la volta di un’altra sorpresa molto gradita dai fan: la ricostituzione, anche se per una sera soltanto, de La Fame di Camilla, gruppo nato nel 2007 e scioltosi nel 2013 dopo aver pubblicato tre album: con loro Ermal Meta ha cantato 4 brani.

Ermal Meta
Ermal Meta e il gruppo La Fame Di Camilla in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 – © Foto: Riccardo Medana

Pur apprezzano il tributo agli ex compagni di viaggio, onestamente bisogna dire che è stato il momento più debole di tutto il concerto, la dimostrazione che se ad un certo punto il nostro non avesse intrapreso un’altra strada, probabilmente ora non saremmo qui a raccontare un bellissimo concerto al Forum.
Subito dopo il set con La Fame di Camilla, altro ospite, questa volta annunciato: Giuseppe, un bambino di 8 anni che tempo fa postò su Youtube un video in cui cantava Non mi avete fatto niente. Ermal lo ha voluto al suo fianco, facendogli cantare quella canzone in un palazzetto dello sport stracolmo. E lui lo ha fatto con la sfrontatezza tipica della sua età beccandosi una standing ovation. Come “premio”, tornerà a Reggio Calabria con una chitarra che gli ha regalato Ermal.

Ermal Meta
Ermal Meta e il piccolo Giuseppe in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 – © Foto: Riccardo Medana

Non mi avete fatto niente è stata replicata, questa volta dal duo “ufficiale”, Meta & Moro: Fabrizio è salito sul palco accolto da un boato clamoroso. E i lupi hanno cantato assieme ai loro idoli dall’inizio alla fine.

Ermal Meta
Ermal Meta e Fabrizio Moro in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 – © Foto: Riccardo Medana

Scena identica poco dopo, quando Ermal ha duettato con Elisa in Piccola anima. Anche in questo caso il il coro del pubblico è stato semplicemente spettacolare.

Ermal Meta
Ermal Meta ed Elisa in concerto al Forum di Assago (MI) il 28 aprile 2018 – © Foto: Riccardo Medana

Che altro aggiungere? È stato proprio un bel concerto, divertente, serrato, con tanti picchi ed emozioni elargite a piene mani. Ormai il repertorio di Ermal Meta è piuttosto corposo, quindi non ha bisogno di mettere in scaletta “riempitivi”: sono tutte canzoni che meritano di essere ascoltate. E le due ore e mezzo abbondanti di concerto corrono via veloci lasciando dentro una sensazione di gioia.
L’8 maggio dell’anno scorso, dopo averlo visto in concerto, ricordavo che nel 2016 si era esibito al MidSummerFest di Carugate davanti a qualche centinaio di persone, nel 2017 aveva fatto registrare il sold out all’Alcatraz. Quindi concludevo il mio post pronosticando «Sono sicuro che il prossimo giro in questa zona sarà al Forum. E non per una toccata e fuga. Perché la favola di Ermal è destinata a sorprendere sempre più persone».
Ora, dopo aver visto quel che è successo al Forum, posso scrivere tranquillamente che il prossimo giro a Milano sarà in un luogo dove solitamente giocano a calcio. Magari nel 2020, visto che ha detto che nel 2019 vuole concedersi un anno sabbatico per “fare altro”, soprattutto viaggiare. Del resto San Siro sarebbe un “premio” strameritato, perché la crescita artistica di Ermal Meta è limpida e costante. E non è certo finita qui.

Scaletta del concerto di Ermal Meta al Forum:

1) Non abbiamo armi
2) Gravita con me
3) Ragazza paradiso
4) Le luci di Roma
5) Caro Antonello
6) Che fantastica storia è la vita (con Antonello Venditti)
7) Il vento della vita
8) Amore alcolico
9) 9 primavere
10) Voodoo Love (con Jarabe De Palo)
11) Volevo dirti
12) Molto bene molto male
13) Vietato morire
14) Storia di una favola (con La Fame di Camilla)
15) Niente che ti assomigli (con La Fame di Camilla)
16) Come il sole a mezzanotte (con La Fame di Camilla)
17) Piccole cose (con La Fame di Camilla)
18) Non mi avete fatto niente (con Giuseppe, 8 anni)
18 bis) Non mi avete fatto niente (con Fabrizio Moro)
19) Quello che ci resta
20) Dall’alba al tramonto
21) Io mi innamoro ancora
22) Piccola anima (con Elisa)
23) Mi salvi chi può
24) New York
25) Odio le favole
26) Straordinario
27) A parte te
28) Schegge (voce a piano)

Concludiamo con una bella fotogallery realizzata da Riccardo Medana:

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".

2 COMMENTI

  1. Il momento della fame di Camilla è stato il più bello.
    Si vede che Lei di musica non capisce nulla, le canzoni di Meta dopo il periodo con la band sono le più brutte.
    Dovrebbe ascoltare la discografia della fame di Camilla prima di scrivere cazzate.
    Cordialità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here