Cosmo: «La felicità dopo la disperazione»

0
Cosmotronic tour
Foto di Stefano Mattea

Il furgone lasciato al parcheggio dell’hotel a Roma. Dentro, tutti gli strumenti. Svaligiato. Era iniziata nel peggiore dei modi l’esperienza di Cosmo al Concerto del Primo Maggio. Eppure, da lì è stata una gara di solidarietà: prima, con i tanti messaggi di amici e colleghi. Quindi con la decisione della Siae di finanziare l’acquisto della nuova strumentazione del musicista piemontese.

CONDIVIDI
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su D.Repubblica.it, Amica.it, La Nuova Venezia, il Mattino di Padova e la Tribuna di Treviso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here