Il racconto della prima data del tour degli U2 a Tulsa col debutto live di Acrobat

0
U2 a Tulsa
@Foto di Danny North

Si è concluso da poche ore il primo concerto del nuovo eXPERIENCE+iNNOCENCE Tour degli U2, al BOK Center di Tulsa. Il tour a supporto dell’album Songs of Experience, pubblicato il primo dicembre 2017, si è aperto con delle fantastiche sorprese, che hanno lasciato stupiti non solo i fan, ma immaginiamo anche l’opinione pubblica musicale. Tra tante hit non eseguite, e canzoni che nemmeno i fan di vecchia data avrebbero mai immaginato eseguite live dagli U2.

U2 a Tulsa
@Foto di Danny North

La band di Bono, tornata su un palco pochi mesi dopo lo scintillante The Joshua Tree Tour 2017, terminato nell’ottobre del 2017, ha aperto l’eXPERIENCE+iNNOCENCE Tour con una performance di assoluto livello, sia da un punto di vista musicale, che a livello scenografico, grazie agli schermi e alla struttura di un palco (praticamente identico a quello del 2015) che hanno deliziato i fan presenti grazie a nuove immagini e tecnologie, la più sorprendente in assoluto quella della “realtà aumentata”.

Ecco la setlist, incredibile, eseguita dagli U2 a Tulsa:

  • Love is All We Have Left 
  • The Blackout
  • Lights of Home
  • Beautiful Day / Many Rivers To Cross (snippet)
  • All Because of You
  • I Will Follow / Mother (snippet)
  • The Ocean 
  • Iris (Hold Me Close)
  • Cedarwood Road
  • Song for Someone
  • Sunday Bloody Sunday
  • Raised by Wolves / Psalm 23 (snippet)
  • Until The End Of The World / Let it Rain (snippet)

Pausa con Hold Me, Thrill Me, Kiss Me, Kill Me (remix preregistrato)

  • Elevation (Influx Remix intro)
  • Vertigo 
  • Desire (Hollywood Remix version)
  • (parlato di MacPhistoAcrobat
  • You’re The Best Thing About Me (acoustica)
  • Staring At The Sun (acoustica)
  • Pride (In The Name Of Love)
  • Get Out Of Your Own Way
  • American Soul
  • United States Declaration of Indipendence (snippet) / City Of Blinding Lights

Encore, preceduti da Women Of The World Take Over di Jim O’Rourke

  • Who’s Gonna Ride Your Wild Horses
  • One
  • Love Is Bigger Than Anything In Its Way
  • 13 (There Is A Light)

Sorprende,  a nostro avviso, che non sia stato eseguito alcun brano da The Joshua Tree (cosa che non succedeva live praticamente dal 1987), ma soprattutto stupisce, e renderà sicuramente felici i fan, la scelta della band irlandese di eseguire brani mai suonati dal vivo, o ripresi dopo tantissimi anni.

Ovviamente il nostro primo pensiero, come immaginiamo quello di tutti i fan e i media, va ad Acrobat , preceduta da un discorso dell’alterego MacPhisto di Bono, resuscitato dal leader degli U2 dopo le sue ultime apparizioni del 1993. Il brano, tanto amato, sognato, e richiesto dai fan, presente su Achtung Baby, non era mai eseguito live dagli U2. Sicuramente è una scelta, quella della band irlandese di suonare una rarità cosi importante, e non eseguire storiche hit, che va elogiata: gli U2 continuano a dimostrare un forte coraggio. Oltrechè a eseguire concerti unici, per intensità e scenografie.

Per maggiori dettagli, foto e video vi invitiamo a leggere QUI. Prossimo appuntamento il 4 maggio allo Scottrade Center di St. Louis.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here