VascoNonStopLive: la scaletta del soundcheck

0
VascoNonStopLive

In attesa della data zero di domenica 27 maggio, sempre allo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro, e del primo concerto vero e proprio allo Stadio Olimpico di Torino venerdì primo giugno, questa sera c’è il soundcheck del VascoNonStopLive: l’appuntamento è riservato esclusivamente agli iscritti al Blasco Fan Club che hanno fatto richiesta di accredito e che potranno assistere allo show gratuitamente (clicca qui per leggere la storia di tutti i soundcheck e delle date zero fatte a partire dal 1990).
Ovviamente c’è grande attesa per scoprire la scaletta, ma c’è molta curiosità per vedere per la prima volta in azione le new entry Beatrice Antolini, ma soprattutto il nuovo bassista Andrea Torresani, che ha sostituito in corsa il “Gallo” (ancora ricoverato nel reparto di anestesia e rianimazione dell’Asuiud di Udine: pare che le sue condizioni siano leggermente migliorate).
Ma ecco, in diretta, qual è la scaletta del VascoNonStopLive proposta durante il soundcheck: lo show inizia puntualissimo, alle 21,01, con un video dove si vede un fabbro che salda il metallo.
VascoNonStopLive1) Cosa succede in città (1985, arrangiamento metal, a metà pezzo Vasco saluta: “Benvenuti, bentornati, ben arrivati… Ciao Lignano!)
2) Deviazioni (1983, sullo schermo vengono proiettate immagini da vecchi Dvd)
3) Blasco Rossi (1987)
4) E adesso che tocca a me (2008)
5) Come nelle favole (2016)
6) Fegato, fegato spappolato (1979, sul finale con citazione di Enter Sandeman dei Metallica: effetto fiamme sul palco)
7) Medley: Delusa (1993), T’immagini (1985), Delusa, Mi piaci perché (1983), Delusa, Gioca con me (2008), Delusa, Stasera! (1989), Sono ancora in coma (1982), Rock’n’roll Show (2004)
8) Vivere non è facile (2011)
9) Sono innocente ma… (2014)
10) La fine del millennio (1999, sul finale Vasco dice “la fine del primo tempo” e si spengono le luci sul palco)
11) Ciao (versione strumentale del 1978 suonata da Beatrice Antolini. Fa tutto lei: tastiere, chitarra acustica, percussioni e cori. Sul finale entra Rocchetti con un tappeto di tastiere e parte il classico interludio)
12) Interludio 2018 (sul mega schermo sia durante Ciao, sia durante l’interludio vengono proiettate immagini sacre, di statue. Complessivamente, tra Ciao e l’interludio, sono 9 minuti)

13) C’è chi dice no (1987, la seconda parte del VascoNonStopLive inizia con potenti luci laser che fendono lo stadio)
14) Gli spari sopra (1993, ancora fiamme dall’alto)
15) Stupido Hotel (2001)
16) Siamo soli (2001)
17) Domenica lunatica (1989, con intro metal)
18) Il mondo che vorrei (2008)
19) Medley elettrodance: Brava (1981), L’uomo più semplice (2013), Ti prendo e ti porto via (2001), Dimentichiamoci questa città (1981)
20) Rewind (1998)
21) Un mondo migliore (2016, Vasco termina il pezzo dicendo “Voi siete il mondo migliore, ed esce accompagnato a Diego Spagnoli che lo protegge con un asciugamano. C’è una breve pausa)

22) Medley acustico: Dillo alla luna (1989, soltanto Vasco con Pàstano all’acustica), L’una per te (1998, con Pàstano all’acustica, Torresani al basso, Nemola alla tromba e Beatrice Antolini al sax), E… (2004)
23) Senza parole (1994)
24) Vivere (1993, sugli schermi vengono proiettate immagini dei fan, le stesse già viste a Modena)
25) Sally (1996)
26) Siamo solo noi (1981: qui il pensiero di tutti va al “Gallo”, che ha inventato quell’introduzione così ammaliante. Segue rapida presentazione della band da parte di Diego Spagnoli, che cita anche lo staff e il management. Dice: “Grazie ai nostri manager che permettono tutto questo, a Giamaica e a Live Nation…”. Ovviamente un saluto speciale al Gallo)
27) Vita spericolata (1983, tastiere e voce, senza finale)
28) Canzone (1982: “Ciao Guido, ciao Massimo: siete sempre con noi”)
29) Albachiara (1979)
Sono le 23,37. That’s all, folks! A domenica per la data zero.
Chiudiamo con una fotogallery di fan che erano a Lignano Sabbiadoro, immagini “rubate” sui social…

CONDIVIDI
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here