Diva! e il cinema di Valentina Cortese

Dal 7 al 19 giugno allo Spazio Oberdan il nuovo film sulla vita della diva presentato alla Mostra di Venezia e una personale di dieci opere

0
Valentina Cortese
Effetto notte

Dal 7 al 19 giugno 2018 allo Spazio Oberdan il nuovo film sulla vita e i retroscena di una grande diva presentato alla Mostra di Venezia 2017 e una personale di dieci opere con le sue più belle interpretazioni

A Milano nel 1940 la bellissima studentessa diciassettenne Valentina Cortese, figlia di una ragazza madre aspirante pianista, con il suo fascino irresistibile attira gli sguardi di tutti i suoi coetanei. Un fascino che non sfugge al celebre direttore d’orchestra Victor de Sabata, trentuno anni più di lei sposato con figli. Tra i due scoppia una passione smisurata e Valentina per amore suo lo segue a Roma, dove entra all’accademia d’arte drammatica. Nel 1941 diventa una delle attrici più popolari del cinema italiano interprete tra gli altri di La cena delle beffe del 1942 (venerdì 15 giugno ore 15) di Alessandro Blasetti con Clara Calamai e Amedeo Nazzari. Nel ’45 a fine guerra torna sul set con Un americano in vacanza di Luigi Zampa e nel ’47, pochi mesi prima di partire per Hollywood, l’attrice milanese è protagonista di una vicenda legata alla Resistenza, allo spionaggio e al controspionaggio durante la seconda guerra mondiale nel film di Ettore Giannini Gli uomini sono nemici (domenica 10 ore 15) e poi nel ’48 per la regia di Marcello Pagliari di Roma città libera (martedì 12 ore 15), una vicenda ambientata nella capitale appena liberata dagli americani e incentrata su di un’impiegata, un ladro e un intellettuale.

I corsari della strada

Appena arrivata in California dopo una serie d’incontri con produttori e registi senza risultati, finalmente è scelta da Jules Dassin per il ruolo di una prostituta in I corsari della strada (1949) e da Robert Wise per Ho paura di lui, 1951 (mercoledì 13 ore 15), un drammone su due donne prigioniere di un campo di concentramento nazista.  Sul set Valentina conosce il collega Richard Basehart, bello e da poco vedovo, che sposa a Londra e da cui avrà suo figlio Jack nato a Santa Monica l’11 ottobre ’51. Nel ’54 ottiene una parte in La contessa scalza (sabato 9 ore 15) di Joseph  L. Mankiewicz al fianco di Ava Gardner e nel ’55 dopo aver recitato nel film di William Dieterle Magic Fire (lunedì 18 ore 15), vita e amori del musicista Richard Wagner, è diretta da Michelangelo Antonioni in Le amiche (venerdì 8 giugno ore 15). Lavora poi con Federico Fellini in Giulietta degli spiriti (giovedì 14 ore 15) del 1965 e nel ’68 è nel cast di Quando muore una stella (martedì 19 ore 15) diretta da Robert Aldrich, una pellicola sulla crudeltà del mondo di Hollywood.  Nel ’73 è in Francia agli ordini di François Truffaut in Effetto notte (domenica 17 ore 15) nei panni  di un’attrice smemorata, che non riesce a imparare la sua parte durante la lavorazione di una pellicola. La sua carriera tra cinema e teatro proseguirà fino al matrimonio nel 1980 con l’industriale Carlo De Angeli. In omaggio alla sua bravura il regista Francesco Patierno ha realizzato nel 2017 il film documentario Diva ! (dal 7 al 17 giugno in orari differenziati), otto grandi attrici e un attore affermato, che parlano di Valentina Cortese in una sorta di viaggio attraverso i suoi ricordi privati, i diversi periodi percorsi e le stagioni della sua intensa vita.

L’eredità del Felis
CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here