Weekend al cinema, il piatto forte è il ritorno di Todd Haynes

0
Todd Haynes

Arrivati alle metà di giugno, il cinema inizia a dare qualche segnale di cedimento. Ma qualche buon film, per il quale valga la pena passare un paio d’ore in sala, comunque non manca.

La stanza delle meraviglie di Todd Haynes era in concorso al Festival di Cannes dello scorso anno. Basato sull’omonimo romanzo illustrato di Brian Selznick, racconta la storia di due bambini sordi che, in epoche lontane, sognano una vita diversa. Tra i due ci saranno inaspettati collegamenti. Nel cast, fra gli altri, figurano Julianne Moore e Michelle Williams.

E’ un film d’azione 211 – Rapina in corso di York Alec Shackleton. Al centro della storia ci sono una rapina in banca e le trattative per liberare i 26 ostaggi sequestrati dai quattro banditi. L’attore principale è Nicolas Cage.

A Quiet Passion di Terence Davies racconta la storia della poetessa Emily Dickinson (interpretata da Cynthia Nixon), dagli anni della gioventù a quelli della maturità. Presentato due anni fa a Berlino, il film ha raccolto ottime recensioni.

Ogni giorno di Michael Sucsy, ispirato all’omonimo romanzo di David Levithan, si inserisce in un filone molto in voga negli ultimi anni, quello dei film con amori adolescenziali in qualche modo contrastati da forze superiori. In questo caso si sfocia chiaramente nel fantasy: uno dei due giovani, infatti, ogni giorno si trova a vivere in un corpo diverso. La coppia dovrà così prendere una decisione che giocoforza cambierà per sempre le loro vite.

Due piccoli italiani è l’opera prima di Paolo Sassanelli, anche attore del film. La commedia racconta la storia di due amici che fuggono dalla Puglia ed attraversano l’Europa, passando dall’Olanda per arrivare in Islanda. Troveranno l’aiuto di una donna piuttosto stravagante.

Escono anche Pitch Perfect 3 di Trish Sie, il film d’animazione Mary e il fiore della strega di Hiromasa Yonebayashi, Blue Kids di Andrea Tagliaferri, il documentario Macbeth neo film opera di Daniele Campea e Ulysses: A Dark Odyssey di Federico Alotto.

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here