Strano Cine. Il cinema di Sandro Baldoni

Martedì 19 giugno al Wanted Clan omaggio al regista di Strane Storie (1994) e Italian Dream (2008)

0

Martedì 19 giugno 2018 al Wanted Clan via Vannucci, 13 Milano, un omaggio al regista proveniente dalla pubblicità con due suoi film, Strane Storie (1994) e Italian Dream (2008) proiettati alla presenza dell’autore con lo sceneggiatore Johnny Dell’Orto e con le attrici Silvia Cohen e Mariella Valentini

Nato ad Assisi nel 1954 Sandro Baldoni si forma come assistente alla regia di Dino Risi nel film tv E la vita continua del 1983; un’esperienza non proprio positiva che lo costringe a lasciare il set per contrasti con il direttore della fotografia. Dopo aver pubblicato alcuni racconti su riviste satiriche, sul Manifesto e su L’Espresso, entra a pieno titolo del mondo pubblicitario come autore di spot. Una palestra per lui straordinaria che gli procura un premio a Cannes. Nel ’83 fonda con Johnny Dell’ Orto la Pasodoble, casa di produzione cinematografica indipendente, che gli permette di debuttare alla regia con Strane storie (ore 20,00) presentato al Festival di Venezia e interpretato da Ivano Marescotti, Silvia Cohen e Mariella Valentini. Il soggetto è incentrato su di un viaggio in treno durante il quale una ragazza chiede al padre di raccontarle alcune “favole”: Ecco allora la vicenda di un uomo cui viene staccata l’aria per non aver pagato la bolletta; una donna, una single frustrata che acquista un uomo “tenero” al supermercato e poi lo riporta indietro perché “scaduto”; la vera e propria guerra tra una famiglia proveniente dal Sud e i dirimpettai “nordisti”. Al termine della pellicola i personaggi passano vicino ai resti di un treno distrutto, allusione alla realtà con il treno Italicus squarciato da una bomba nel 1974. Italian Dream (ore 22,30) del 2008, è ancora una vicenda tragicomica e grottesca; protagonista Antonio, che vive a Londra da molti anni, sposato con due figli e con il vizio delle scommesse. Un giorno si accorge di essere costantemente seguito da Raniero, un tizio elegante e apparentemente ricco. Stufo dei suoi pedinamenti, Antonio lo affronta per interrogarlo, ma rimane allibito dalle sue giustificazioni. Raniero è convinto che un giorno lui lo ucciderà. Inseguimenti e fughe fanno precipitare la vicenda in un finale grottesco e assurdo. Sandro Baldoni, fratello Enzo giornalista freelance ucciso in Iraq nel 2004, ha realizzato lo scorso anno il docu-film La botta grossa, dedicato al terremoto, che ha colpito l’Umbria le Marche nell’ottobre 2016.

 

 

 

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here