32° Festival Mix Milano di cinema gaylesbico e queer culture

Dal 21 al 24 giugno al Piccolo Teatro di Milano. Inaugurato da Favola con Filippo Timi

0

Dal 21 al 24 giugno 2018 al Piccolo Teatro di Milano – Teatro Strehler la manifestazione, inaugurata dal film italiano Favola interpretato da Filippo Timi, con cinquanta film tra lungometraggi, cortometraggi e documentari alla presenza di molti ospiti tra i quali Trudie Styler e Alex Lawther con il loro “Freak Show”, le Queen Iaia Forte e Syria, l’iconica Drusilla Foe

Organizzato dall’Associazione Culturale MIX Milano con il patrocinio del Comune di Milano, il festival ideato da Giampaolo Marzi, diretto e prodotto da Debora Guma, Rafael Maniglia e Andrea Ferrari, quest’anno propone temi come il bullismo, il coming out e l’affermazione della propria identità all’interno della società e del nucleo familiare. Argomenti presenti nell’anteprima assoluta della commedia romantica Just Friends (il 22 giugno ore 20.45) dell’olandese Ellen Smit; la relazione amorosa tra il siriano Yad e il giovane Joris, vittime del giudizio delle rispettive figure materne. La scoperta di sé e lo scontro con l’ambiente familiare sono al centro di due delle anteprime della manifestazione: il lungometraggio d’esordio della regista israeliana Tsivia Barkai Yacov, Para Aduma (il 22 ore 19.00), una storia di fede e identità sullo sfondo della Gerusalemme odierna raccontata attraverso il personaggio della giovane Benny alla scoperta della propria sessualità, ma costretta a confrontarsi con un padre devoto e integralista (la protagonista Avigayil Koevary sarà presente in sala); il dramma rurale argentino-cileno Marilyn, opera prima di Martín Rodríguez Redondo (il 22 ore 22.30), incentrato su di un caso reale, la vicenda di Marco, detto anche Marilyn, giovane omosessuale abitante in un piccolo paese vicino a Buenos Aires. Un’altra storia di formazione è Porcupine Lake della canadese Ingrid Veninger (il 24 ore 15.00) ambientata durante una calda estate nel Nord dell’Ontario; la nascita di una dolce amicizia tra Bea e la turbolenta Kate. Dal festival di Cannes arriva Un couteau dans le coeur di Yann Gonzalez (il 23 ore 20.30), uno dei registi più significativi del cinema queer contemporaneo, autore di un thriller incentrato sul mondo della pornografia parigina di fine anni Settanta con la splendida Vanessa Paradis nei panni di una produttrice di film per adulti alle prese con un pericoloso serial killer, che uccide i suoi attori. Al festival non poteva mancare il vincitore del Teddy Award come miglior film a tematica LGBT, Tinta Bruta di Felipe Matzembacher e Marcio Reolon (il 22 ore 17.45), un dramma brasiliano su Pedro e Leo, due giovani alla ricerca d’amore e accettazione. In cartellone ancora tre intense sentimentali realizzate da tre registe donna: My Days of Mercy di Tali Shalom-Ezer (il 24 ore 18.30) interpretato dalle brillanti Ellen Page e Kate Mara ambientato sullo sfondo delle manifestazioni contro la pena di morte; l’opera prima della giovane regista polacca Olga Chajdas Nina, che ci mostra la difficile attrazione tra Nina e Magda, la prima intrappolata nel ruolo di moglie all’interno di un matrimonio alla deriva e la seconda, energica e libera destinata a svolgere il ruolo della madre surrogata. Infine Montana (il 22 ore 21.00) di Limor Shmila, regista israeliana è la storia di Efi e della sua  relazione con Karen, una donna sposata e madre di due bambine. Si parte giovedì 21 giugno ore 20 con l’opera, fuori concorso, Favola di Sebastiano Mauri, adattamento cinematografico dell’omonimo spettacolo scritto e interpretato da Filippo Timi. Commedia dissacrante sul tema dell’identità, il film racconta la storia di due casalinghe Mrs Fairytale (Filippo Timi) e la sua migliore amica Mrs Emerald (Lucia Mascino) nell’America degli anni Cinquanta.

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here