Lunedì al cinema: Scrivere la vita – rassegna cinematografica

Dal 17 settembre al 26 novembre 2018 ore 21 presso Uci Cinemas Pioltello –Milano undici film a tema a cura di Marcello Moriondo, con biglietto d’ ingresso a quattro euro

0

36° edizione del cineforum Pioltello incentrato sul racconto della vita e in particolare della vita delle donne anche attraverso film basati su libri di importanti autori come Moravia, Barthes e Leskov

 

Il primo appuntamento è con Si muore tutti democristiani (lunedì 17 settembre), 2017, diretto dagli autori del Terzo segreto di satira, che saranno presenti in sala per interloquire con il pubblico. Il film racconta la divertente storia di tre amici, che stanchi di filmare matrimoni e spot pubblicitari, decidono di girare un documentario   a scopo sociale.  Seguirà Maria Maddalena (il 24 settembre), 2018, di Garth Davis con Rooney Mara e Joaquin Phoenix,   la storia dei vangeli vista attraverso la vita della Maddalena, una femminista di duemila anni fa.  Il giovane Karl Marx (il 1° ottobre), 2017, di Raoul Peck  vede protagonista il ventiseienne pensatore e filosofo che si rifugia a Parigi, dove conosce Engels con cui scriverà il celebre Manifesto del Partito Comunista. A due figure femminili sono dedicati Jackie (l’ 8 ottobre), 2016, di Pablo Lorrain, la vedova di Kennedy (Natalie Portman), che racconta a un giornalista di Life la sua verità, cinque giorni dopo l’ assassinio e The Post (il 15 ottobre), 2017, di Steven Spielberg, storia della  pubblicazione di documenti top secret sulla guerra in Vietnam del Washington Post per merito della coraggiosa proprietaria del giornale Katharine Graham (Meryl Streep). Da non perdere Il disprezzo (il 22 ottobre), 1963, di Jean –Luc Godard, tratto da un romanzo di Alberto Moravia, con Brigitte Bardot e Michel Piccoli;  opera all’ epoca  al centro di un forte polemica tra  il regista francese e il produttore Carlo Ponti che imporrà due versioni: una italiana di ottantadue minuti e una francese di centocinque (il ciclo propone la seconda con sottotitoli italiani). Poi sarà la volta di L’ amore secondo Isabelle (il 29 ottobre), 2017,  tratto da Agonia di Roland Barthes per la regia di Claire Denis  con Juliet Binoche, che s’ interroga sull’ esistenza a meno dell’ amore; Quello che non so di lei (il 5 novembre), 2017,  di Roman Polanski, il dramma di una scrittrice in preda alla sindrome della pagina bianca; Un sogno chiamato Florida (il 12 novembre), 2017, di Sean Baker, ritratto crudo della vita di emarginazione di tre bambini in un motel di una zona degradata della Florida a due passi da una Disneyland inarrivabile. Altri film in programma sono  Cosa dirà la gente (il 19 novembre) di Iram Haq, la vicenda di  Nisha, sedici anni che vive con la famiglia pachistana a Oslo, ma è determinata a conquistarsi la sua emancipazione (presentato in occasione della Giornata internazionale per l’ eliminazione della violenza contro le donne) e  Lady Macbeth (il 26 novembre), 2016, di William Oldroyd, dal libro di Nikolai Leskov, Lady Macbet del Distretto di Mcensk, la lotta di una donna ignorata dal marito, che l’ha sposata in cambio di un terreno, pronta però ad affrontare una nuova vita.

 

 

 

 

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here