Le Vie del Cinema – I Film di Venezia e i Pardi di Locarno a Milano

Dal 19 al 27 settembre 2018 la manifestazione promossa da AGIS lombarda dedicata alle anteprime dalla 75°Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia e dal 71° Locarno Festival

0
Manifesto le Vie del Cinema Milano

Sono previsti anche il Primo Premio del 36° Bergamo Film Meeting oltre ai Premi del Pubblico della 54a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro e del 32° Festival Mix per un totale di quaranta lungometraggi, tutti in lingua originale con sottotitoli italiani.

 

La metropoli lombarda sta vivendo un mese di settembre all’ insegna del grande cinema di qualità:  cento appuntamenti sparsi per la città dal centro alla periferia in oltre quaranta sedi costituiscono il piatto gustoso di Milano Movie Week nel quale ovviamente si inserisce la tradizionale manifestazione annuale Le Vie del Cinema nata nel lontano 1980 (allora si chiamava La Panoramica dei film di Venezia) da sempre molto attesa dagli spettatori milanesi; un’occasione imperdibile per scoprire in esclusiva non solo i titoli protagonisti della prossima stagione cinematografica ma anche opere non distribuite e di difficile visibilità. Saranno nove giorni di cinema d’autore su grande schermo con tredici sale coinvolte, proiezioni dalle 11.00 fino a sera inoltrata, incontri con autori, giornalisti e critici a sottolineare l’unicità della sala cinematografica come esperienza di visione collettiva oltre che occasione di conoscenza e formazione. Ad anticipare la manifestazione, l’ormai tradizionale presentazione pubblica del programma a cura di Paolo Mereghetti e Bruno Fornara, affiancati da Daniela Persico del Locarno Festival, lunedì 17 settembre alle ore 18.00 al Cinema Palestrina. A seguire, alle 20.30, la proiezione di Arrivederci Saigon di Wilma Labate (Venezia 75 sezione Sconfini) alla presenza della regista.   Tra gli altri film in programmazione dal Concorso arrivano  At Eternity’s Gate di Julian Schnabel (Coppa Volpi Miglior Attore a Willem Dafoe), The Nightingale di Jennifer Kent (Premio Speciale della Giuria e Premio Marcello Mastroianni a Baykali Ganambarr) e Sunset di László Nemes (Premio Fipresci). Da Orizzonti vedremo The River (Ozen) di Emir Baigazin (Premio per la Migliore Regia) e The Man Who Surprised Everyone di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov (Premio per la Migliore Attrice a Natalya Kudryashova), mentre dalla  Settimana Internazionale della Critica arriva Still Recording di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub (Miglior Film 33° SIC e Premio Fipresci) e dalle Giornate degli Autori C’est ça l’amour di Claire Burger (Miglior Film) e Ricordi? di Valerio Mieli (Premio del pubblico Bnl).  Grande attesa anche per il film di apertura First Man di Damien Chazelle con Ryan Gosling, per Killing, primo lungometraggio in costume del regista di culto giapponese Shinya Tsukamoto e per Doubles vies di Olivier Assayas con Guillaume Canet e Juliette Binoche. Altrettanto imperdibili sono  i sette film vincitori al Locarno Festival, il Pardo d’Oro A Land Imagined di Yeo Siew Hua, il Premio Speciale della Giuria M di Yolande Zauberman, il Pardo per la Miglior Regia Tarde para morir joven di Dominga Sotomayor e il Premio del Pubblico UBS nonché Grand Prix del 71 Festival di Cannes BlacKkKlansman di Spike Lee. Completano il programma, dalla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro, il Premio del Pubblico América di Erick Stoll e Chase Whiteside, dal Bergamo Film Meeting il Primo Premio Secret Ingredient di Gjorce Stavreski e dal Festival Mix il Premio del Pubblico Just Friends di Ellen Smit. Per il secondo anno consecutivo Le Vie del cinema sostiene Cinema senza Barriere, la rassegna cinematografica ideata da A.I.A.C.E. Milano – con la direzione di Eva Schwarzwald e Romano Fattorossi – che consente ai disabili sensoriali di assistere alla proiezione di film in sala. Per l’occasione verrà presentato Una storia senza nome di Roberto Andò (Venezia 75 Fuori Concorso) mercoledì 26 settembre alle ore 19.30 all’Anteo Palazzo del Cinema (Sala Rubino).

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here