Romeo & Juliet. All’Arena di Verona la prima europea del musical sul ghiaccio

0

Andrà in scena il 6 ottobre, alla 20, all’Arena di Verona la prima europea del musical sul ghiaccio Romeo & Juliet. La regia è affidata a Ilya Averbukh, già regista degli ultimi Mondiali di calcio, produttore ed ex campione mondiale di pattinaggio. Dopo la serata all’Arena, lo spettacolo andrà in scena al Palavela di Torino il 19 e 20 ottobre. Tre date italiane e uniche tre date europee del musical.

I numeri

Cento persone: attori, stelle dello sport (anche quattro medaglie d’oro olimpiche e dodici campioni del mondo di pattinaggio su ghiaccio), ballerini, circensi, coreografi, insegnanti e cantanti. E, ancora: l’Arena di Verona ospiterà una pista di ghiaccio di ben mille metri quadri.
E poi altri numeri: nel solo 2017, in Russia il musical è stato visto da oltre un milione di persone (record assoluto di sempre).
Le date italiane del musical sono uno degli eventi principali del Russian Seasons, progetto culturale internazionale del governo russo, che nel 2018 coinvolge l’Italia con quaranta appuntamenti tra arte e musica in grandi città.

Il cast

Tra i pattinatori più importanti che compongono il cast di Romeo & JulietTatyana Totmianina (Juliet) e Maxim Marinin (Romeo), oro in coppia alle Olimpiadi di Torino 2006, due volte campioni del mondo e cinque volte campioni europei; Roman Kostomarov (Tebaldo), campione olimpico a Torino 2006 nella specialità danza sul ghiaccio, due volte campione del mondo e tre volte campione europeo; Alexei Yagudin, campione olimpico, due volte campione del mondo e tre volte campione europeo; Albena Denkova e Maxim Stavinsky, due volte campioni del mondo di danza su ghiaccio.

Lo spettacolo

La storia messa in scena da Ilya Averbukh è quella tradizionale, con un paio di importanti variazioni. Narratore è Lorenzo, un monaco: colui che diede la fiala a Giulietta. Si tratta di Aleksey Tikhonov: l’unico dei pattinatori che parla sul ghiaccio e ha un ruolo da attore. E poi, il finale, con il cast che esce con i vestiti di ogni giorno, a piedi nudi sul ghiaccio.
Per l’allestimento sono state utilizzate le tecnologie sceniche più avanzate, con effetti speciali di ultima generazione (tra cui una pioggia reale) e un mix perfetto tra elementi storici e modernità.
Maniacale la cura dei particolari: dai vestiti originali cuciti su misura alle coreografie e dagli oggetti di scena ai particolari studiati con minuzia filologica, fino ai sorprendenti effetti speciali.
Le musiche sono di Mozart, Prokofiev, Bach e Mendelssohn, alternate a quelle originali composte da Roman Ignatiev, il principale compositore russo per musical.

CONDIVIDI
Nata a Venezia, studentessa di Giurisprudenza a Padova e giornalista a Milano. Classe '93. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, D.Repubblica.it e Young.it. Giornalista pubblicista, da sette anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su Amica.it, la Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, FoxLife, Trentino, Alto Adige, DireDonna e Italpress.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here