Elisa è l’artista del mese di ottobre su Spettakolo

0

Se si pensa ad una cantautrice italiana che canta inglese, il nome che viene in mente in un manciata di secondi é il suo, Elisa Toffoli, nota al grande pubblico semplicemente come Elisa.

Nata a Trieste il 19 dicembre del 1977, ma cresciuta a Monfalcone,  in provincia di Gorizia, vive l’infanzia e l’adolescenza protetta dall’amore della madre e della sorella, sua forza e stimolo continuo.  Inizia a scrivere in inglese i suoi pensieri più intimi, quelli che non riusciva a raccontare a nessuno, confortata dal fatto che nessuno capisse nell’ immediato il senso di ciò che aveva composto. Estremamente timida e riservata, soprattutto all’ inizio della sua carriera (ormai più di 20 anni fa) conquista Caterina Caselli, percorrendo così una strada ricca di soddisfazioni (compresa una vittoria a Sanremo con il brano “Luce – tramonti a nord est” nel 2001). Timida durante le interviste ma potente e sicura sul palco, Elisa ha assorbito tutta la musica da lei più amata, soprattutto americana, e l’ha confluita nella sua, creando un mix di generi non sempre identificabile, spaziando dal pop, al pop rock e alle ballad, con unico strumento fisso la sua inconfondibile e delicatissima voce.

Per stessa ammissione di Elisa, negli ultimi anni si é aperta di più  soprattutto attraverso i social, mostrando anche la parte di lei più quotidiana e semplice e non solo quella lavorativa . Molto schiva alle luci della ribalta e per niente diva, Elisa ha sperimentato anche il ruolo di coach nel talent Amici, scatenando una miriade di pareri discordanti.  E se lei continua a difendere, a distanza di tempo, le scelte fatte, non é difficile dire che l’ambiente perfetto per lei non é certo la tv ma il palco e la sua musica. Ed é con la musica che Elisa é tornata, pubblicando due singoli: Quelli che restano, in duetto con Francesco De Gregori, e Se piovesse il tuo nome , scritta da Calcutta. Un ritorno che sancisce anche il ritrovarsi di Elisa con la sua lingua , attraverso un album interamente composto in italiano e che uscirà il prossimo 26 ottobre.

Diari aperti  segna un ulteriore cambiamento per la cantautrice, che ha scelto l’italiano perché <<avevo delle cose da raccontare e potevo farlo solo così >>, afferma Elisa sui social. Un album che si prospetta molto intimo e più da cantautrice, potremmo dire, soprattutto rispetto al suo ultimo lavoro, On. 

Noi di Spettakolo abbiamo deciso di dedicare questo mese a lei e al suo nuovo progetto,  ad un’artista che ha ancora voglia di giocare con questo mestiere e di cambiare, mostrando una maturità nuova.

CONDIVIDI
Nata in Calabria, classe '86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here