Dave Grohl: il vinile di Play in edizione limitata e, dal 9 ottobre, all’asta strumenti musicali da lui firmati

0
Dave Grohl
Foto di Andrew Stuart

Dopo aver appena pubblicato in un particolare vinile Play, il suo grandioso progetto unico nel suo genere, Dave Grohl ha annunciato la vendita all’asta di una serie di strumenti musicali autografati da lui stesso. L’asta verrà lanciata il 9 ottobre con chitarre, batterie e altri strumenti autografati e tutti i proventi andranno a diverse associazioni che si propongono di aiutare i musicisti più giovani, unite dalla sigla “just PLAY”.

I fan potranno iniziare a mandare le loro offerte per gli strumenti offerti da DW Drums, Fender, Gibson Gretsch, Ludwig, Made By Maple e Zildjian a partire dal 9 ottobre, l’asta terminerà poi il 21 dello stesso mese. Per un’anteprima degli strumenti in palio e per ascoltare Dave Grohl che parla dell’iniziativa: http://Reverb.com/DaveGrohlPLAY.

L’LP si presenta in una versione davvero unica con delle vere chicche imperdibili per gli appassionati: un vinile da 180 grammi con la mappa dello studio (EastWest Studios, LA) dove Grohl ha registrato “Play” incisa sul lato B, una copertina che si apre in diagonale e la scheda tecnica di registrazione.

In agosto Dave Grohl aveva iniziato una delle sfide più importanti della sua carriera: un mini-doc diviso in due parti diretto da Grohl stesso e dal suo collaboratore di SoundCity/Sonic Highways Mark Monroe, incentrato sulla realizzazione di un unico brano, della durata di 23 minuti che celebra le sfide e le ricompense, le gioie e le fatiche del dedicare la propria vita allo studio di uno strumento.

«Quando poi ho portato i miei figli nelle scuole dove studiano musica ho visto queste stanze piene di bimbi che si impegnavano sul serio, mi sono emozionato e sono state di ispirazione per me», ha raccontato Grohl. «Anche io, che sono un uomo di 49 anni, mi sono reso conto di continuare a impegnarmi a imparare anche se non è una cosa che può esserti insegnata realmente».

La prima parte inizia con il racconto del dietro le quinte dove si parla dell’amore per la musica e della passione infinita per uno strumento, nonché delle difficoltà specifiche incontrate durante questa performance unica nel suo genere.
La seconda parte mostra la registrazione dal vivo di un brano di 23 minuti eseguito da una sola persona che suona tutti e 7 gli strumenti: Dave Grohl.
È la registrazione dal vivo di una vera e propria one-man-band, dove Grohl si è prefissato di ricominciare da capo ogni volta che nel corso dei 23 minuti della canzone ci fosse il benché minimo errore oppure avesse soltanto la sensazione di poter suonare meglio.
Il compito di registrare è stato dell’ingegnere del suono già al fianco della band per Concrete and Gold, Darrell Thorp.

CONDIVIDI
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here