Un nemico che ti vuole bene

Attento a chi salvi: potrebbe voler sdebitarsi

0

Un nemico che ti vuole bene
di Denis Rabaglia
con Diego Abatantuono, Antonio Folletto, Mirko Trovato, Sandra Milo, Roberto Ciufoli

Voto peccato

Ci sono due film in questo film: nel primo il professor Abatantuono, astrofisico, silenziosamente scontento della sua vita, dedito nei ritagli di tempo alla scultura, incappa nel bosco in un giovanotto ferito, Folletto, e gli estrae un proiettile. Il tipo, che si guadagna da vivere uccidendo la gente, per sdebitarsi si offre di uccidere qualcuno per lui. E non dica di no: tutti hanno un nemico… E questo, sia pur strano, ci sta: Abatantuono ha una maschera adatta anche al tragico con un tocco di surreale. Nel secondo film ci sono gli sforzi del killer che si infiltra nella vita del professore per fargli capire che non bisogna andare lontano per trovare nemici da eliminare. Basta guardarsi intorno. Superiori furbetti, colleghi intriganti, mamma svitata, moglie fedifraga, figli egoisti e portati a delinquere e fratello prete molto ambiguo. Ma gli sforzi del killer sono gli sforzi di una commedia italiana delle solite. Le due anime, la sorpresa violenta e la presa di coscienza tragicomica, non si amalgamano bene. La storia è vera, Krzysztof Zanussi ne ha fatto un racconto, Abatantuono, Heidrun Schleef e il regista svizzero Rabaglia firmano la sceneggiatura che a un certo punto va oltre l’improbabile e forza il lieto fine. Peccato.

CONDIVIDI
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here