I “Giovani” di Irama sono poco convincenti

0
Irama

Irama, ultimo vincitore di Amici, dopo il successo di Plume, ha pubblicato il nuovo album intitolato Giovani, che è già primo su iTunes ed è andato a ruba nei preorder degli store digitali. Le premesse perché anche questo disco raggiunga i traguardi del precedente (doppio platino) ci sono tutte, e poco dopo l’annuncio quasi tutte le date del tour primaverile sono andate sold out, tour che si concluderà al Forum di Assago il 5 aprile.

Giovani è un album completamente diverso sia dal precedente, sia dal suo disco di esordio (Irama, 2016), che cerca di raccontare la sua realtà di ragazzo 22enne, con tutto quello che questo vuol dire, utilizzando generi e sonorità differenti (dal rock al pop) senza allontanarsi troppo da quelle più utilizzate oggi.

Qualche giorno prima dell’uscita il cantautore ha voluto condividere sui suoi social un pensiero a proposito di questo lavoro:

Ci siamo.A mezzanotte uscirà il mio nuovo disco.Ho voluto prendere una parte di me e metterla in queste 10…

Pubblicato da Irama su Giovedì 18 ottobre 2018

Nonostante questo disco sia stato presentato e lanciato come un ulteriore passo in avanti nel percorso di Irama, un passo verso la sua maturazione e una ricerca di qualcosa di nuovo rispetto al disco uscito mentre era ancora nella scuola, le tracce presentate in questo album sono abbastanza deludenti. Irama ha cercato di raccontare la sua contemporaneità, vista con gli occhi di un ventiduenne, ma ascoltandolo non si percepisce affatto tutta questa fretta di comunicare qualcosa, perché i messaggi che questo album manda sono fin troppo pochi.

A parte Poi, poi, poi… in cui Filippo si mette a nudo, racconta di sé e di questo successo cercato, inseguito e raggiunto, gli altri pezzi proposti trattano temi fin troppo banali, temi in cui difficilmente una qualunque delle ragazze che lo segue può immedesimarsi, utilizzando fin troppi cliché.

Un vero peccato, perché alcuni dei pezzi contenuti in Plume erano davvero gemme preziose, soprattutto dal punto di vista dei testi (si pensi a Che vuoi che sia o a Un giorno in più che sono davvero commoventi e pieni di emozione), mentre dopo il primo ascolto di Giovani nessuno colpisce in maniera particolare. Tutti troppo uguali, troppo banali, troppo commerciali.

La copertina di Giovani

La tracklist

Bella e rovinata
Rockstar
Non Mollo Mai
Icaro
Stanotte
Poi, poi, poi…
Escort
Vuoi Sposarmi
Sceglimi
Giovani

CONDIVIDI
21 anni e una grande passione per la musica, in particolare per quella italiana. Scrivere è sempre stata una necessità fin da piccolissima, così dopo la maturità scientifica ha scelto di proseguire gli studi nell'ambito della comunicazione, per coltivare il sogno di diventare giornalista. Oltre alla musica ama lo sport, il cinema e i viaggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here