Pink Floyd: a Pompei una mostra fotografica dedicata alla band

1

Lo scorso sabato 6 ottobre è tornato un grande appuntamento per tutti i fan dei Pink Floyd: è arrivata a Pompei la mostra Pink Floyd. Live at Pompeii. The exhibition by Adrian Maben, ospitata presso i corridoi dell’Anfiteatro, in uno spazio complessivo composto da 80 metri di gallerie sotterranee che un tempo potevano consentire agli spettatori l’accesso sugli spalti.

La mostra, ancora visitabile, già nel primo giorno ha fatto registrare il tutto esaurito. Sono esposti più di 250 scatti fotografici, tra foto scattate durante i concerti ed immagini inedite che raccontano quei quattro giorni, dal 4 al 7 ottobre del 1971, in cui la  band inglese venne ospitata presso l’Anfiteatro di Pompei per girare il celebre film Pink Floyd Live at Pompei.

È di nuovo visitabile la mostra “Pink Floyd. Live at Pompeii. The exhibition by Adrian Maben”, ospitata nei corridoi dell'Anfiteatro, che un tempo consentivano l’accesso degli spettatori agli spalti.

Pubblicato da Pompeii – Parco Archeologico su Lunedì 8 ottobre 2018

Tra le foto ci sono le sequenze di cui si compone il film, dalle session in studio a Londra, dal loro concerto solitario nell’anfiteatro di Pompei, ai momenti in cui i musicisti si concedono per alcune interviste. Il tutto è accompagnato dalla musica, intramontabile ed eterna, dei Pink Floyd. Una visita a Pompei è necessaria quindi per più motivi.

E c’è un altro succoso appuntamento il 10 novembre: nei negozi e negli store digitali arriva Inside Out, l’autobiografia dei Pink Floyd scritta da Nick Mason, batterista della storica band inglese. Non si tratta di una novità assoluta, visto che la prima edizione è stata pubblicata nel 2004, ma di un’edizione aggiornata con nuove aggiunte.

CONDIVIDI
Nasce a Roma nel 1989 pochi mesi prima che cada il muro di Berlino. Studente di Storia, non religioso, beatlesiano convinto. Fino al 2015 ha gestito la webzine Robadarocker.com. Poeta a tempo indeterminato, rockettaro nel cuore, ama scrivere di musica.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here