In ricordo di Roberto De Leonardis, il dialoghista di fiducia di Walt Disney

Martedì 23 e mercoledì 24 ottobre 2018 presso il cinema Trevi, la sala della Cineteca Nazionale di Roma, un omaggio al dialoghista e paroliere noto per aver curato le edizioni italiane delle maggiori produzioni cinematografiche e televisive Disney

0
Foto film Alice nel paese delle meraviglie, 1951

Martedì 24 ottobre alle ore 20,45 un incontro moderato da Stefano Cacciagrano   per la presentazione del libro di Nunziante Valoroso Un comandante alla corte di Walt Disney. La carriera di Roberto De Leonardis, leggenda del doppiaggio (Edizioni Croce)

Nato a Napoli il 14 febbraio 1013, Roberto De Leonardis, figlio di un ammiraglio della Marina Regia, frequenta l’Accademia Navale per diventare ufficiale. Nel giugno 1943 è tenente della Regia Cannoniera Carlotto e il 9 settembre 1943, il giorno dopo l’Armistizio con gli Alleati, con la sua nave ha uno scontro a fuoco con un’unità della Marina giapponese. Catturato e messo in un campo di prigionia, impara bene l’inglese dai soldati americani che condividono con lui la detenzione. Liberato nel 1945 e tornato in Italia inizia a lavorare come consulente per Alberto Liberati scoprendo la sua vocazione per l’attività di paroliere con lo pseudonimo Pertitas (significa “per  titolare assente). Si dedica così alla versione italiana di tre film di Walt Disney, Pinocchio, Bambi e I tre caballeros. Ben presto ad Hollywood scoprono la sua abilità  e la Disney Production gli commissiona le versioni italiane di tutti i classici d’ animazione, Dumbo, Cenerentola, Alice nel paese delle meraviglieIl libro della giungla, Lilli il vagabondo e molti altri dei quali adatta anche le canzoni. Diventa così amico personale di Walt Disney che si fiderà ciecamente di lui, della sua professionalità e della sua esperienza. Nel corso della sua carriera lavora a numerose  pellicole statunitensi e francesi dirette da Stanley Kubrick, Billy Wilder, Roman Polanski e François Truffaut. Roberto De Leonardis muore il 21 settembre 1984 a Roma all’età di 71 anni, sostituito per una decina d’anni negli adattamenti Disney dal figlio Andrea. Nel corso della manifestazione si vedranno La meravigliosa, stupenda storia di Carlotta e del porcelllino Wilbur (martedì 23 ore 17), film d’ animazione di Charles A. Nichols e Iwao Takamoto, tratto dal romanzo di   E.B. White La tela di Carlotta, seguito da uno dei capolavori di Charlie Chaplin, Luci della ribalta (martedì 23 ore 19). Saranno poi proiettate due produzioni hollywoodiane, Sconto di titani (mercoledì 24 ore 16,30), 1981 di Desmond Travis; Brainstorm generazione elettronica (mercoledì 24 ore 18,45), 1983 di Douglas Trumbull, film funestato dalla tragica scomparsa durante le riprese di Natalie Wood e ancora un thriller di buona fattura di René Clement, Unico indizio: una sciarpa gialla (mercoledì ore 21,30 circa) del 1971.

 

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here