Crisi? Milano balla elettronico, mentre i club del Nord Italia si riempiono di performance con Besame

0
Besame

Si fa solitamente un gran parlare di crisi, tra addetti ai lavori, in ambito nightlife e dintorni. Certo negli anni ’90 i club facevano tendenza ed oggi i top dj internazionali sono popstar, non certo i ‘piccoli’ protagonisti della scena italiana… e soprattutto, più che di crisi, sarebbe bello parlare di costante cambiamento difficile da capire e da governare. Riassumendo, al di là delle idee e dei pareri, i numeri reali, in certe zone sono senz’altro in crescita.

Milano, ad esempio, pullula di piccoli club elettronici di qualità e di festival in qualche modo dedicati alla musica da ballo più sperimentale. Dal 22 al 24 novembre ’18, c’è Linecheck Music Meeting and Festival. E ogni weekend si balla in luoghi di culto come Dude, lo storico Plastic si conferma, il nuovo Discosizer cresce, i Magazzini sono tornati così come il Tunnel, a cui si uniscono Volt, Apollo, Santeria, Silicone Club (ex Wall). Dieci anni fa di tutta questa vitalità non c’era traccia, anche perché alcuni dei club più “fashion” (The Club, Tocqueville, Just Cavalli, Old Fashion) e sono affiancati a spazi dedicati a dinner show che abbiamo raccontato in passato (Cost, Bullona, 55, etc).

E in Veneto? Dopo il rito dell’aperitivo, che è più vivo che mai, balla fortissimo. A Vicenza, che non è New York ma una bella città di provincia, il gruppo che gestiva già con grande successo due spazi molto diversi tra loro come Feel e Villa Bonin, oggi si prende cura pure del nuovo Vi Club. Qui tra il 27 ed il 31 ottobre, vanno in scena tre party molto diversi tra loro dUB, 36Cento, We Are Vicenza, in un continuo ‘remix’ di contenuto (il party) e contenitore (il locale). Tanto tra Villa, Feel e ViClub la vera costante è la qualità del servizio, l’impatto multimediale, la cura del dettaglio, la massiccia promozione online & offline, insieme alla capacità di creare qualcosa ‘in casa’ invece di ‘comprare’ sempre l’esibizione di questo o quel top dj.

Besame, festa dedicata a reggaeton, house e melodia e ad un mix vincente di splendide performance (sul palco di solito tra le altre c’è Aryfashion – nella foto – vocalist d’eccezione; in console il sound eclettico è soprattutto quello di Andrea Bozzi) è nato tra Feel e Villa Bonin. Ormai ballare con costanza il Nord Italia perché fa divertire, parecchio. Il 31 ottobre è a Villa Bonin, il 3 novembre al Molocinque di Venezia, il 6 resta a Venezia ma si sposta all’Hollywood mentre il 10 si sposta al #Costez di Telgate (BG)…

Per fortuna, Besame non è l’unico evento itinerante di successo di questo tipo in Italia e negli anni ’90 fenomeni di questo livello non c’erano. Mentre raccontiamo una crisi della notte che è anche o soprattutto cambiamento costante, sarebbe bello ricordarlo.

CONDIVIDI
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here