Il grande sentiero – Habitat, culture, avventure

Dal 10 novembre al 8 dicembre 2018 a Bergamo e a Nembro film in anteprima, incontri con i protagonisti, presentazione di libri per raccontare la montagna, i viaggi e la natura

0
Foto film della manifestazione Il grande sentiero

Mercoledì 21 novembre all’Auditorium Modernissimo di Nembro una serata con i film del Trento Film Festival, cinque proiezioni dedicate alla montagna tra i quali No Turning Back, le imprese di Hansjorg Auer, celebre per le sue free solo, salite in solitaria e senza protezioni.

Il cinema sarà protagonista della manifestazione realizzata in collaborazione con Lab 80 giunta alla sua decima edizione, che presenterà  molte anteprime cinematografiche per Bergamo e provincia tra le quali Holy Mountain di Reinhold Messner, 2018, l’ incredibile spedizione vissuta in Nepal nel 1979 dallo stesso Messner  (lunedì 12 novembre); Blue Heart di Britton Caillouette, 2018, documentario sulla lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa (martedì 13 novembre); Genesis 2.0  (giovedì 15 novembre) di Christian Frei e Maxim Arbugaev, sull’ attività dei cacciatori di zanne in Nuova Siberia e riflessione sulle nuove possibilità dell’uomo di sostituirsi alla natura. Sono previsti ancora quindici appuntamenti incentrati sulle imprese alpinistiche, sui viaggi avventurosi, sulle sfide con sè stessi e sulla natura, sulle esperienze di libertà. Tra gli ospiti saranno presenti Andy Holzer, lo scalatore cieco dalla nascita, che senza vista ha effettuato diverse scalate importanti (sabato 8 dicembre al Palamonti). L’ atleta incontrerà il pubblico prima della proiezione di L’alpinista cieco di Juliane Möcklinghoff dedicato alla sua salita sull’Everest.  Massimo Zamboni, musicista ex Cccp e Csi sarà la star della serata condotta dal regista Davide Ferrario e intitolata Anime galleggianti – dalla pianura al mare passando per i campi, (venerdì 16 novembre, all’Auditorium di Bergamo), racconto acustico del viaggio compiuto in zattera sulle acque del Tartaro, nel Polesine.  È interamente dedicata alla bicicletta la giornata di mercoledì 14 novembre, a Bergamo, in collaborazione con Pedalopolis e La Popolare Ciclistica. Alle 18,30 allo spazio Bike Fellas aperitivo con gli autori di Bidon – Ciclismo allo stato liquido, progetto culturale incentrato su diversi spazi on line storie e visioni ciclistiche originali, seguito da una pedalata di gruppo verso l’Auditorium di Piazza Libertà, dove, alle 21 sarà presente Daniele Colli, ciclista professionista dal 2005 al 2017, protagonista insieme a Paolo Tiralongo, bergamasco d’adozione, del film, che sarà proiettato in sala,  Wonderful Losers – A Different World di Arūnas Matelis, il Giro d’Italia visto dagli occhi dei gregari. Colli, velocista e gregario e campione italiano tra gli juniores, al termine della sua quarta stagione ciclistica ha scoperto di avere un tumore al ginocchio dal quale si è ripreso tornando a gareggiare.

CONDIVIDI
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here