Dopo anni di attesa Bon Iver arriva in Italia

0

Bon Iver, il re incontrastato dell’indie americano, vincitore di due Grammy Awards e autore di tre album di culto, arriva in Italia dopo anni di attesa per un’unica data nella splendida location del Castello Scaligero di Villafranca di Verona il prossimo 17 luglio. I biglietti saranno disponibili dal 23 novembre alle 10:00 al costo di 40€ più diritti di prevendita.

Bon Iver è la creatura artistica del barbuto Justin Vernon, trentottenne proveniente dal freddo Wisconsin e dotato di una voce inconfondibile.
Nel sul album di debutto, For Emma, Forever Ago, uscito nel 2007, Justin Vernon suona tutti gli strumenti e partorisce un album che diventa in brevissimo tempo il manifesto di una intera generazione: testi brevi ed evocativi, incredibile attenzione alla melodia, intimismo struggente, purezza compositiva. FEFA ottiene immediatamente un incredibile successo di critica e di vendite, entrando nelle classifiche degli di Stati Uniti, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio e Irlanda.

Nel 2011, per la prestigiosa etichetta 4AD, esce Bon Iver, Bon Iver ed immediatamente si afferma come un assoluto capolavoro, disco dell’anno di pitchfork, e di molte altre prestigiose testate musicali, qui la tavolozza sonora dell’artista si espande oltre lo scarno suono acustico dell’album di debutto.

Il 30 settembre 2016 arriva finalmente il terzo album 22, A Million e di nuovo Justin riesce a spiazzare tutti abbracciando sonorità elettroniche, dissonanti, e costruendo un universo che è giungla elaboratissima di simboli visivi e sonori. Le dieci canzoni che compongono il nuovo lavoro sono una raccolta di momenti sacri, di tormenti sentimentali e allo stesso tempo di salvezza, di ricordi intensi, di segni che si possono incatenare o ignorare come coincidenze. Un album calibrato e pensato in ogni movimento che ottiene come sempre un grande successo.

Dopo un periodo di silenzio, quest’estate esce Big Red Machine, titolo dell’album dell’omonimo duo che Justin ha formato insieme a Aaron Dessner dei The National.

CONDIVIDI
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here