Chesil Beach – Il segreto di una notte

Il romanzo di Ian McEwan sugli sposi infelici del 1962

0

Chesil Beach – Il segreto di una notte
di Dominic Cooke
con Saoirse Ronan, Billy Howle, Anne-Marie Duff, Lionel Mayhew, Emily Watson.
Voto: a metà

Edward e Florence vanno a letto. Finalmente. È il 1962. Sono inglesi, carini, eccitati e spaventati. Sono vergini. Ma lui mente sulle sue esperienze e lei ha letto un manuale per l’amore coniugale. Sono appena sposati e sono in luna di miele in un albergo di Chesil Beach. Lui provinciale laureato in storia in un’università “per artigiani”, lei cittadina violinista con  ambizioni, da famiglia più in alto nella casta. Coi corpi non sanno come fare, combinano poco, si fraintendono, si offendono, lei scappa, lui la insegue sulla spiaggia di sassi, non si spiegano e non si piegano. Le loro vite, dopo 6 ore di matrimonio, prenderanno due strade diverse: dolore, rancore, rimpianto, confusione. E intanto il mondo intorno a loro cambia. Il film di Coke, dall’omonimo romanzo di Ian McEwan, sceneggiato da McEwan, insiste sui gradi dell’approccio fisico in una brutta stanza d’albergo dopo una cena fuori orario e imbarazzante. È un’escalation di erotismo e paura tra due educazioni controllate da una morale che fuori, nel mondo, sta per saltare: il film ci avverte che i beat si avvicinano come barbari, la musica cambia, la moda cambia, i capelli si allungano e padri e madri stanno per perdere il controllo sotto i colpi della rivoluzione sessuale. Come il libro. Il problema è che quello che cambia nei libri appare diverso quando cambia nei film. Nel film il cambiamento è legnoso (soprattutto quando il trucco è pesante) e i buoni intenti sociologici sembrano venire dallo stesso manuale che leggeva Florence per spaventarsi. Peccato, mezzo film.

CONDIVIDI
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here