Eros Ramazzotti. Il ragazzo di borgata è diventato un re

0
Ramazzotti

Ieri sera ad Eros Ramazzotti hanno dato una sorta di prestigioso “premio alla carriera”: a lui, nato a Roma ma milanese d’adozione («Ho scelto di vivere a Milano tanti anni fa. Mi sono subito sentito a casa e non ho mai pensato ad un’altra città dove abitare con la mia famiglia. È calore, è lavoro, ed è certamente la nuova capitale della musica italiana»),per presentare il suo nuovo album, Vita ce n’è hanno concesso una delle sale più prestigiose del Castello Sforzesco. A memoria, non ricordo altri cantanti che abbiano avuto questo onore.
Ad introdurlo, c’era addirittura Filippo Del Corno, assessore alla cultura. Mentre la conferenza stampa ha avuto un conduttore d’eccezione, Pippo Baudo, che, oltre a non far mancare lo sketch del «Ramazzotti l’ho inventato io», per questo ex ragazzo di borgata ha avuto parole molto affettuose: «La sua è una vita intensa, bella, vissuta bene. Ora ha 55 anni, ma siccome arriverà fino ai 110 è, come direbbe il Sommo Poeta, nel mezzo del cammin… E forse non è un caso se il titolo di una delle canzoni, Una vita nuova, richiama un’opera giovanile di Dante».
Qui, ad essere sinceri, Eros ha avuto un attimo di smarrimento. Lui infatti è uno da “pane al pane”. Paroloni e citazioni non fanno per lui. E questo, in fin dei conti, è il suo bello: magari fatica a mettere insieme le parole, ma quelle che dice le tira fuori dal cuore.
Per realizzare questo album, racconta, ha lavorato un anno e mezzo. In tutto aveva a disposizione 25 canzoni, alla fine ne ha scelte 15. Il tema di base è l’amore, però declinato in tanti modi diversi. Ci sono tre special guest internazionali, la tedesca Helena Fisher (in patria è una superstar: canta con Eros il brano iniziale Per il resto tutto bene), il portoricano Luis Fonsi (duettano in Per le strade una canzone) e l’italo-canadese («Ma lei preferisce definirsi calabro-canadese») Alessia Cara (Vale per sempre).
Ma c’è un altro brano che “bisogna” citare: In primo piano è stato scritto da Lorenzo Jovanotti (per la parte musicale gli hanno dato una mano i fidi scudieri Christian Rigano e Riccardo Onori). Il Jova ha mandato un videomessaggio in cui spiega che da sempre è un fan di Eros. «Lui è come un miracolo, un dono, ha una voce impressionante. Siamo amici da una vita. Questa canzone gliel’ho data due anni fa, ascoltarla oggi mi fa uno strano effetto perché è molto diversa rispetto al provino originale. Altra dimostrazione che Eros ha tre marce in più».
Mescolate tra i giornalisti ci sono la moglie Marica e la figlia Aurora. A quest’ultima è dedicata Buonamore: «È una canzone che avevo in testa da un po’. Ora mi pare sia arrivato il momento giusto per darle forma. Da quando si è fidanzata, Aurora è cambiata in meglio. E io voglio augurarle di vivere una vita piena d’amore».
Coautori di questo brano sono Cheope (il figlio di Mogol, che a sua volta ha firmato assieme a Mario Lavezzi il brano che chiude l’album, Avanti così) e Federica Abbate. Ma per scrivere le canzoni di Vita ce n’è Ramazzotti si è avvalso della collaborazione di parecchia altri autori, paolo Antonacci (figlio di Biagio), Fortunato Zampaglione, Enrico Nigiotti, Dario Faini, Bungaro.
RamazzottiDice: «In giro ci sono diversi giovani che mi piacciono. I primi nomi che mi vengono in mente sono Calcutta, Ghemon, Irama, Ultimo. Ma ce ne sono anche altri».
Finita la fase della “promozione” dell’album, che sarà pubblicato in un centinaio di Paesi, a febbraio Eros inizierà un lungo tour. Le date italiane (dal 2 al 16 marzo) e quelle del resto d’Europa sono già state annunciate, ma poi ci sarà anche una tranche americana («Vi dò in anteprima una notizia che mi riempie d’orgoglio: tornerò al Radio City Music Hall di New York) e quindi toccherà pure gli altri continenti.
«Come faccio con la famiglia? Semplice: porto tutti con me… Del resto i miei figli più piccoli già mi stanno dando una mano: ogni sera facciamo la lotta sul divano, e per me è un’ottima preparazione sotto l’aspetto fisico».
L’album è dedicato a Pino Daniele: «Un amico fraterno, un artista col quale ho avuto la fortuna e il piacere di condividere momenti di vita personale e tantissime emozioni. Mi manca molto, mi emoziono soltanto a sentire il suo nome».
In questo video, una sintesi della serata:

Calendario del “Vita ce n’è tour”

FEBBRAIO
17 Munich, Olympiahalle
18 Munich, Olympiahalle
20 Koln, Lanxess Arena
22 Luxembourg, Rock Hall
25 Stuttgart, Schleyerhalle

MARZO
2 Torino, Pala Alpitour

5 Milano, Mediolanum Forum
6 Milano, Mediolanum Forum
8 Milano, Mediolanum Forum
9 Milano, Mediolanum Forum
12 Roma, Palalottomatica
13 Roma, Palalottomatica
15 Roma, Palalottomatica
16 Roma, Palalottomatica
19 Lyon, Le Halle Tony Garnier
21 Madrid, Palacio Vista Alegre
23 Barcelona, Palau St. Jordi
25 Zurich, Hallenstadion
28 Paris, Accorshotel Arena
31 Brussels, Forest National

APRILE
1 Brussels, Forest National
3 Amsterdam, Ziggo Dome
5 London, Eventim Apollo
7 Marseille, Le Dome
9 Geneva, Arena
11 Leipzig, Arena
13 Mannheim, Arena
15 Vienna, Stadthalle

SETTEMBRE
24 Belgrade, Stark Arena
27 Athens, Faliro Pavilion
30 Skopie, Boris Trajkovski Vip Arena

OTTOBRE
3 Sofia, Arena Armeec Hall
5 Bratislava, O’Nepela Arena
8 Kiev, Sport Palace
11 Moscow, Crocus Hall
13 St. Petersburg, Ice Palace
15 Helsinki, Hartwall Arena
18 Kaunas, Zalgirio Arena
20 Warsaw, Torwar Hall
22 Prague, O2 Arena
24 Budapest, Arena
27 Copenaghen, KB Hallen
30 Stockholm, Ericsson Globe

Ramazzotti

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here