Sanremo Giovani, ecco i 24 cantanti selezionati

0

Ospite della trasmissione radiofonica Radio2 Social Club, condotta da Luca Barbarossa e Andrea Perroni e  in onda dal lunedì al venerdì alle alle 10:30, Claudio Baglioni, direttore artistico e presentatore del Festival di Sanremo per il secondo anno consecutivo, ha annunciato questa mattina i nomi dei 24 cantanti — alcuni di essi provenienti da Area Sanremo, altri selezionati tra i 69 che hanno preso parte alle audizioni il 12 novembre scorso — che, il 20 e il 21 dicembre parteciperanno a Sanremo Giovani: in prima serata su Rai Uno con la conduzione della strana coppia Pippo Baudo-Fabio Rovazzi, questi si sfideranno in diretta dal Teatro del Casinò per conquistare l’ambito palco della kermesse principale, dal 5 al 9 febbraio 2019; i due vincitori, uno per ciascuna serata e con brani inediti, concorreranno al trofeo per la prima volta dopo anni in un girone unico con i Big.

Non accadeva dal 2004, quando il boicottaggio da parte delle principali major discografiche, in aperta polemica con l’allora direttore artistico Tony Renis, portò queste ultime a far divieto ai propri “cavalli di razza” di salire sul palco dell’Ariston, costringendo così gli organizzatori a ripiegare su esordienti assoluti o nomi di non grande richiamo commerciale. A trionfare fu un eccellente Marco Masini con L’uomo volante (per lui, seconda vittoria dopo quella del 1990 con Disperato, prima classificata tra le Nuove Proposte, definite a quel tempo Novità), ma gli ascolti risultarono i secondi più bassi in assoluto nella storia del Festival (peggio fece solo Baudo nel 2008).

I finalisti sono stati scelti dalla Commissione selezionatrice tra una rosa di 1549 candidati, rappresentativi di tutte le sfumature stilistiche della musica italiana contemporanea. Le parole di Baglioni poco prima dell’annuncio dei nomi: «L’augurio per questi 24 giovani è che possano vivere quello che ho vissuto io tanti anni fa: stesse emozioni ma, soprattutto, stessi risultati. Quando feci il mio primo provino, il direttore artistico della casa discografica scrisse di suo pugno sul foglio che riportava l’esito di quel provino: “Tanto questo non combinerà mai niente”. Visto come sono andate le cose a me, direi che l’augurio migliore che posso fare ai 24 concorrenti — ma anche a tutti gli altri giovani che non sono stati scelti — è che scrivano di loro oggi ciò che scrissero di me allora: le ultime parole famose. Non tutti i direttori artistici ci prendono… e anche quelli che ci prendono, non ci prendono sempre. Quindi spero che i 24 facciano davvero un bel percorso, ma che anche gli altri  che non parteciperanno a questo Sanremo abbiano presto l’occasione di dimostrare ciò che valgono e possano ottenere il successo che meritano».

Le due prime serate saranno precedute da quattro preserali, in onda dal 17 al 20 dicembre alle 18 sempre su Rai Uno e condotti dallo stesso Barbarossa (che sarà anche presidente della giuria delle finali), nel corso dei quali i concorrenti saranno presentati singolarmente (sei per puntata), così da permettere al pubblico di conoscere meglio la loro storia e i loro progetti.

Ecco i nomi:

Federica Abbate –Finalmente
Andrea Biagioni Alba piena
Cannella – Nei miei ricordi
Laura Ciriaco – L’inizio
Diego Conti – 3 gradi
Cordio La nostra vita
Fosco 17 –Dicembre
La Rua – Alla mia età si svolta
La Zero – Nina è brava
Le Ore – La mia felpa è con me
Mahmood – Gioventù bruciata
Marte Marasco – Nella mia testa
Giulia Mutti – Almeno tre
Nyvinne – Io ti penso
Einar Ortiz – Centomila volte
Ros –Incendio
Symo – Paura di amare
Wepro – Stop/Replay

– Da Area Sanremo:

Deschema – Cristallo
Fedrix & Flaw –
L’impresa
Mescalina –
Chiamami amore adesso
Francesca Miola – Amarsi non serve
Roberto Saita – Niwrad
Sisma –
Slow motion

 

 

CONDIVIDI
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più sulla vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here