Weekend al cinema: Nanni Moretti racconta il Cile, ma torna anche Keira Knightley

0
Keira Knightley

E’ un weekend di transizione quello che attende gli appassionati di cinema, nell’attesa dei fuochi artificiali natalizi. Le proposte interessanti comunque non mancano.

Un film di Nanni Moretti è sempre un evento, anche quando si tratta di un documentario come questo Santiago, Italia, interamente dedicato ai mesi successivi al colpo di stato che nel 1973 portò al potere in Cile Augusto Pinochet. Moretti racconta in particolare il ruolo svolto dall’ambasciata italiana a Santiago, che diede rifugio a centinaia di oppositori del dittatore, consentendo loro di arrivare poi in Italia. Il documentario è stato proiettato in anteprima come film di chiusura del Torino Film Festival.

Colette di Wash Westmoreland è un film biografico che racconta la storia di Gabrielle Colette, scrittrice francese candidata anche al Nobel per la letteratura. Un’icona della cultura pop parigina dei suoi tempi, la cui gloria fu però oscurata dal marito che a lungo pubblicò i libri della moglie col suo nome. Lei è Keira Knightley.

Ha un cast molto ricco Il castello di vetro di Destin Daniel Cretton. Gli attori principali sono infatti Brie Larson, Naomi Watts e Woody Harrelson. Il film racconta la storia di una giovane donna di successo, cresciuta da genitori anticonformisti.

E’ il classico film per famiglie Alpha – Un’amicizia forte come la vita di Albert Hughes. Al centro della storia c’è infatti quella che può essere immaginata come la prima amicizia tra l’uomo e la futura razza canina. Il film è ambientato nel Paleolitico superiore ed ha per protagonista un ragazzino che resta separato dal suo gruppo durante una battuta di caccia e si trova a dover fronteggiare i pericoli della natura. Stringerà amicizia con un lupo grigio ferito.

I buoni sentimenti sono i grandi protagonisti anche di Non ci resta che vincere di Javier Fesser, commedia francese che racconta la storia di un allenatore di pallacanestro condannato da un giudice, dopo essere stato sorpreso alla guida in stato di ebbrezza, a capitanare una squadra composta da giocatori con disabilità mentali.

Escono anche (cliccando sul titolo potete vedere il trailer) La prima pietra di Rolando Ravello (con Kasia Smutniak e Corrado Guzzanti), l’horror franco-canadese La casa delle bambole – Ghostland di Pascal Laugier e il documentario Sulle sue spalle di Alexandria Bombach.

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here