Informativa Cookie

Daniele Benvenuti

Daniele Benvenuti
77 POST 0 COMMENTI
Daniele Benvenuti, triestino, classe 1968. Laureato in Scienze politiche, è giornalista professionista con ormai cinque lustri abbondanti di attività sulle spalle tra carta stampata, video e radio. Studioso di “popular music”, nonché autore di una monumentale tesi in Sociologia delle comunicazioni di massa (Sociologia della musica: Il rock e la comunicazione tra fan), tra le sue produzioni editoriali predilige biografie e monografie come quelle già dedicate a Bruce Springsteen (quasi tremila gli iscritti allo specifico gruppo Facebook 'All the way home') o ad atleti di prestigio. Già responsabile di uffici stampa nelle massime categorie sportive nazionali, attivo nel mondo del volontariato, è specializzato anche nella promozione di rassegne musicali ed eventi sportivi. È vicepresidente vicario dell’USSI FVG. Una casa letteralmente invasa da migliaia di vecchi vinili, musicassette, cd, stampe, locandine, foto e libri specializzati (tutto classificato con maniacale precisione…). Le sue opinioni costituiscono il sunto di quasi trent’anni di ascolto critico, archiviazione metodica, viaggi sgangherati e una caccia spasmodica alla “scaletta perfetta”.
Michele Gazich

Michele Gazich: poesie suonate per esorcizzare una tragica verità

È uscito Temuto come grido, atteso come canto, il tredicesimo album autografo del poliedrico musicista, compositore, autore, interprete, produttore e letterato dalle prestigiose collaborazioni internazionali. Il magico violino del bresciano ‘cittadino del mondo’ e la sua originale vocalità sono pronti per raccontare un suggestivo e drammatico viaggio “nell’isola che non sarà mai casa”

Willie Nile canta gli emarginati e i ‘bimbi del paradiso’

Esce oggi il nuovo album del glorioso rocker di Buffalo, ancora una volta ispirato e creativamente entusiasta. 12 brani dedicati agli ‘invisibili’ del Greenwich Village e corredati dagli scatti suggestivi della fotografa Cristina Arrigoni. Domenica a Francavilla al Mare l’unica data italiana full band
Ry Cooder

Ry Cooder, arriva il libro “definitivo” dedicato al “viaggiatore dei suoni”

E così, ancora una volta, dobbiamo ringraziare Aldo Pedron. L’autore e giornalista varesino, reduce dall’altrettanto convincente e prezioso saggio dedicato ai Beach Boys, prosegue il suo viaggio in controtendenza sui troppo spesso ripetitivi scaffali nostrani di settore. Sempre accompagnato da Arcana, ci accompagna lungo la cinquantennale carriera del poliedrico genio di Santa Monica, eternamente diviso tra album autografi, collaborazioni, colonne sonore e world music

Valerio Bruner, cinque passi lungo il fiume

Il leader dei Dirty Wheels esordisce con un ep che mescola uno scarno folk rock a spunti blue collar e atmosfere strazianti da songwriter di frontiera. Il poliedrico artista partenopeo traduce in forma musicale alcuni racconti tratti da un suo libro e già trasformati in un apprezzato spettacolo teatrale

L’oreficeria di Davide Viviani, artigiano dei versi

Secondo lavoro per il cantautore bresciano che si è progressivamente trasformato da abile chitarrista classico a cesellatore di testi ed elaboratore di raffinate atmosfere. Un album autoprodotto, essenziale e profondo che conduce in un mondo talvolta delicato e talvolta malinconico ma anche crudo e pittoresco
Tiziano Mazzoni

Ferro e carbone, le radici e gli orizzonti di Tiziano Mazzoni

Terzo album per l’artista pistoiese che, autentico hobo moderno ma con il cuore e le orecchie sempre attaccate alla tradizione, ritorna con un album meditato e intenso. Liricità e impegno sociale, folk polveroso e brillante roots rock uniscono senza mezzi termini il fascino di testi espliciti e coraggiosi a una varietà di arrangiamenti da centellinare a 360°

Maria Lapi, affreschi personali che conducono al mare

L’artista milanese, ma sarda d’adozione, prosegue la sua avventura caratterizzata da un cantautorato garbato e poetico. ‘Tra me e il mare’ è un lavoro originale e coraggioso, ma anche fruibile e accompagnato da un sobrio quanto curato sottofondo sonoro. Otto brani autografi con tanto di omaggio finale a Mina

Light of day Benefit, i big della East Coast tornano in Italia

Come sempre ‘benedetto’ dall’affezionato amico e abituale supporter Bruce Springsteen, il tour che raccoglie fondi per finanziare la lotta contro il Parkinson arriva nella penisola per l’ottavo anno consecutivo e quattro tappe strategiche. Ben Arnold, Joe D’Urso, Jeffrey Gaines e James Maddock le stelle del rock folk americano, alle quali si aggiungono Vini Lopez (il primo batterista della E Street Band) e Rob Dye. Appuntamenti a Roma (30 novembre, ospiti italiani Graziano Romani, Max Marmiroli e Carlo Massarini), Lugo (1 dicembre, Andy MacFarlane e Massimo Cotto), Trieste (2 dicembre, Frank Get) e Figino Serenza (3 dicembre, Bobo Rondelli)
Minshara

Ai lombardi Minshara il classic rock italiano… “Sta bene così”

Il quartetto milanese, supportato da un curato video promozionale, esordisce dopo 25 anni di impegnativa gavetta con sei brani autografi e l’entusiasmo di sempre. Suoni poderosi ma non ruvidi, chitarra elettrica a duellare con l’armonica, testi autoctoni con spiccata propensione all’analisi del mondo circostante

Gray wolf, gli orgogliosi ululati blues dell’italianissimo Frank Get

Il poliedrico artista triestino, quarant’anni di carriera e polistrumentista affermato, torna full band per chiudere un’ambiziosa e riuscita trilogia che abbina ispirate sonorità black e ruvido rock delle radici a testi dalla profonda valenza storica e culturale

SPETTAKOLO! SOCIAL

21,184FanLike
67FollowersSegui
902FollowersSegui
2,519FollowersSegui

MUSICA / DAY BY DAY - ACCADDE OGGI

CINEMA / IERI OGGI DOMANI

7 GIORNI SU SPETTAKOLO.IT