J-Ax , Il bello d’esser brutti

È un paradosso, continuo paradosso il disco di J-Ax. Uscito il 27 gennaio, Il bello di esser brutti desidera normalità e pop, pur avendo animo rock, animo hip-hop.

0

Il bello di esser brutti
di J-Ax
Voto 8

È un paradosso, continuo paradosso il disco di J-Ax. Uscito il 27 gennaio, Il bello di esser brutti desidera normalità e pop, pur avendo animo rock, animo hip-hop. Il desiderio di scendere per poter essere vicino alle persone, come ogni vero artista è “obbligato” a fare. È un paradosso come chi potrebbe vantare la vita d’artista, non lo faccia.

81AyZBYImML._SL1500_Non ci spaventa essere al verde, dice J-Ax. A parer mio, almeno da quello che ho potuto vedere dai nipoti dello zio J-Ax, non c’è pericolo a questo giro.

Ogni artista dovrebbe essere consapevole di essere uomo, di conseguenza non perfetto. Si può parlare delle donne amandole, pur non avendole amate prima, amare i bimbiminkia, pur avendoli odiati prima, trattare argomenti in modo superficiale, pur non essendo superficiale. Bravo J-Ax, si cambia, si cresce, è Il bello di esser brutti.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome