La follia deve finire. Firmato Lenny

0

Pubblico con piacere questo primo post che apre il blog dedicato a Lenny Kravitz.
Dopo le fatiche del freddoloso tour mondiale invernale (tra Russia ed Europa). Lenny Kravitz si è concesso un gennaio all’insegna del relax ma anche dell’impegno nel sostenere temi sociali e la lotta contro il terrorismo. Il mese è iniziati col fare gli auguri a David Bowie per i suoi 68 anni con questo post su Facebook “Buon compleanno @davidbowie. Tu mi ispiri continuamente. Benedizioni. Lenny”. Nei giorni degli attentati a Parigi posta una foto dell’anno scorso che lo ritrae sul terrazzo del suo appartamento parigino accompagnato dalla scritta: “Preghiere per le vittime e le loro famiglie”. Non vengono dimenticati dal rocker americano neppure i sanguinari attentati in Nigeria, e Lenny si sente in dovere di postare una foto di un poster con vede al centro un’impronta di una mano nera e in rosso la scritta “la follia deve finire!”, firmato Lenny.

  terrorLa foto ha avuto molte condivisioni e tanti apprezzamenti a Kravitz per essere stato uno dei pochi ad aver spostato l’attenzione sulla tragedia Nigeriana quando tutto il mondo diceva “Je Suis Charlie” dimenticandosi che esistono anche altre vittime della follia jihaidista. Il 19 gennaio l’America ha Celebrato il Martin Luther King Day (MLK). Il giorno dedicato alla commemorazione del leader della lotta per l’uguaglianza razziale si festeggia ogni anno, nel terzo lunedì di gennaio, cioè la data più vicina al 15 gennaio, quello che sarebbe stato il suo compleanno. Da Atlanta a Seattle, da Washington a New York, da Boston a Ferguson sono state diverse le città americane che hanno voluto ricordare il leader dei diritti civili con diverse iniziative di volontariato comunitario. Per l’occasione Lenny esce con un video della canzone Dream, dall’album Black and white America, appositamente montato da Mathieu Bitton con scene della vita di M. L. King e con l’audio dei suoi discorsi.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

SAG

E Mentre si prepara per l’esibizione del primo di febbraio al Super Bowl 2015 con Katy Perry e segna sull’agenda l’impegno al Live Earth 2015 del 18 giugno, il 25 gennaio si è concesso una seratina al Giorgio’s Night Club (8300 Sunset Blvd, West Hollywood, CA), del produttore Bryan Rabin e del Dj Adam XII, con gli amici Lee Daniels, Denzel Washington, e George Clinton dei Parliament-Funkadelic, fotografati da Mathieu Bitton e condivisi sulla pagina ufficiale di Kravitz su facebook. Il giorno dopo è statofotografato sul red carpet dei SAG Awards (Screen Actors Guild Awards) dallo Shrine Auditorium di Beverly Hills. Considerati l’anticamera degli Oscar, i SAG Awards sono i premi assegnati dal sindacato degli attori.
friendsIl 28 gennaio, stremato dai troppi impegni, si è addormentato su di un divanetto della “Church Boutique” di Los Angeles un “santuario”, come si legge nella loro presentazione, “dedicato alla valorizzazione dell’arte, della moda, del design e del lusso. Creato da Rodney Burns e David Malvaney a West Hollywood, CA”.
All Photo by: Mathieu Bitton

Ricordo che il fan club ufficiale per l’Italia lo trovate digitando Lenny Kravitz Italia su facebook.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome