“The Dark Side of the Moon” e… la NASA

1

Qualche tempo fa la NASA ha rilasciato un video sul lato oscuro della Luna, ovvero l’altra metà del nostro satellite che noi non vediamo mai.

La memoria immediatamente corre a 42 anni fa, quando i Pink floyd hanno pubblicato The Dark Side of the Moon, il capolavoro assoluto.
Detta così le due cose potrebbero essere totalmente scollegate tra loro, ma non è esattamente così: la NASA ha creato per il suo video delle animazioni con i dati raccolti dal LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter), una navicella robotizzata che ha orbitato intorno alla luna per ben cinque anni, scattando fotografie della superficie del nostro satellite, al fine di realizzarne una mappatura completa.

Ma in tutto questo, vi chiederete, cosa c’entrano i Pink Floyd? È presto detto: il video della NASA sembra sincronizzarsi perfettamente con l’inizio del disco floydiano, segno che qualcuno nel team di lavoro all’agenzia spaziale stanutinense deve avere una grande passione per la rock band britannica e ha voluto creare queste animazioni con un preciso timing sincrono al disco. Ecco le istruzioni per poter vedere il bellissimo video e poterlo ascoltare con la musica dei Floyd in sottofondo. Fate partire il video qui sotto.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Quando la canzone arriva circa a 20 secondi, fate partire il secondo video, che trovate qui sotto, silenziate il suono, e godetevi il viaggio sul lato oscuro della Luna, con le immagini della NASA e la musica dei Pink Floyd.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome