Pochissime sfumature di Bruce…

0

È il film di cui si è parlato di più negli ultimi giorni (mesi?), è anche quello che ha incassato di più in Italia (e nel mondo) nello scorso weekend, forse perché è l’adattamento di uno dei libri più venduti degli ultimi due anni. Sto parlando ovviamente di 50 Shades of Grey, le ormai celeberrime 50 sfumature di grigio. E cosa c’entra il Boss? Subito spiegato: una delle sue canzoni più bollenti ed evocative, I’m on fire, fa parte della colonna sonora del film. Non però nella versione originale, ma in una cover alquanto banalizzata, diciamo così, della band californiana degli Awolnation che pure ne aveva fatto in precedenza una versione live molto più acida e inerente allo spirito originario della canzone (e del film). La voce quasi in falsetto di Aaron Bruno, leader e deus ex machina degli Awolnation, non riesce a rendere  la passionalità, la sensualità, l’urgenza fisica che ci sono nell’originale di Bruce. Troppo debole, troppo annacquata, troppo flebile per dare un’idea di quel sesso sfrenato al centro di tutta la trilogia di Mr. Grey. Certo, va detto pure che Jamie Dornan (il Mr. Grey protagonista del film) con la sua faccia da modello di riviste patinate è talmente distante dal meccanico-Springsteen protagonista del video originale di I’m on fire che l’impresa per lui era davvero ardua. Con o senza sottofondo originale…

(Clicca qui per vedere il video originale)

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati “Ben Harper, Arriverà una luce” (Nuovi Equilibri, 2005, scritto in collaborazione con Ermanno Labianca), ”Gianna Nannini, Fiore di Ninfea” (Arcana), ”Autostop Generation" (Ultra Edizioni) e ben tre su Luciano Ligabue: “Certe notti sogno Elvis” (Giorgio Lucas Editore, 1995), “Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue” (Arcana, 2011) e il nuovissimo “ReStart” (Diarkos) uscito l’11 maggio 2020 in occasione del trentennale dell’uscita del primo omonimo album di Ligabue e di una carriera assolutamente straordinaria. Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome