Una mostra per il Boss

0

Si inaugura il 4 marzo alla Milk Gallery di New York la mostra fotografica di Danny Clinch dal titolo Wall of Sound. La mostra sarà aperta fino al 6 aprile e vedrà tra i soggetti principali Bruce Springsteen. Clinch, anche lui nativo del New Jersey, è il fotografo di Devils And Dust e di Wrecking Ball, ha iniziato la sua carriera come assistente di Annie Leibovitz, e proprio durante le photo session per la copertina di Tunnel of love (era il 1987), Clinch ha conosciuto Springsteen. L’amicizia e la collaborazione tra i due è iniziata una decina di anni dopo nel 1998 per la precisione quando Clinch stava per pubblicare il suo primo libro fotografico (Discovery Inn): era così orgoglioso delle foto che aveva fatto che le mandò a Springsteen chiedendogli se avesse potuto fotografarlo per quel libro che stava per nascere: a Bruce piacquero così tanto  che invitò Danny ad una prova con la E Street Band. Clinch scoprì in Springsteen una fonte ispiratrice notevolissima e rimase colpito dal rispetto con cui Bruce trattava chiunque, pur lavorando al massimo. “Dà sempre il 150 % – raccontò allora Clinch – non importa se sta raccontando una barzelletta o se sta suonando un brano di fronte e 10 o a 50.000 persone. Mi ricorda mio padre. Ecco perché andiamo così d’accordo – aggiunse – e perché c’è così tanto rispetto tra di noi. E  alla fine, Bruce ha ricambiato la mia stima scrivendo la prefazione del libro”.

Oltre che amico di Bruce, dunque, Danny Clinch è da sempre  un appassionato di musica, è un musicista lui stesso, e ha immortalato nomi di spicco della scena rock come Johnny Cash, Patti Smith, Tupac Shakur, Bjork, oltre allo stesso Bruce. Danny Clinch è anche regista e in tale veste ha girato video per  Pearl Jam, Foo Fighters, Tom Waits, John Legend, Dave Matthews, Willie Nelson a dimostrazione del suo spessore. Sempre fedele alla sua Leica, Danny Clinch è diventato nel corso degli anni garanzia e sinonimo di rock’n’roll. 1408137786143781576C2Caratteristica fondamentale del suo fotografare, la capacità di tirare fuori l’anima del soggetto raffigurato: i suoi scatti – siano in bianco e nero o a colori – sono così intensi, precisi e incisivi da dare l’impressione della tridimensionalità. Alla Milk Gallery  c’è la possibilità di vedere da vicino alcuni dei suoi ritratti migliori e quella – se siete fortunati – di incontrare Bruce, che da quelle parti è di casa…

Danny Clinch Wall of Sound – dal 4 marzo al 6 aprile 2015 – Milk Gallery 450 W 15TH ST New York, NY – tel +1 (212) 645 2797

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati “Ben Harper, Arriverà una luce” (Nuovi Equilibri, 2005, scritto in collaborazione con Ermanno Labianca), ”Gianna Nannini, Fiore di Ninfea” (Arcana), ”Autostop Generation" (Ultra Edizioni) e ben tre su Luciano Ligabue: “Certe notti sogno Elvis” (Giorgio Lucas Editore, 1995), “Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue” (Arcana, 2011) e il nuovissimo “ReStart” (Diarkos) uscito l’11 maggio 2020 in occasione del trentennale dell’uscita del primo omonimo album di Ligabue e di una carriera assolutamente straordinaria. Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome