Surfin’ sulle note dei Beach Boys

0

Finalmente il Boss è tornato a casa sua, ma soprattutto è tornato ad imbracciare la chitarra, dopo aver tanto girovagato per l’Europa per seguire le gare equestri della figlia Jessica che come abbiamo detto più volte punta ad entrare nella Nazionale USA per le Olimpiadi di Rio del prossimo anno. Lasciati da parte i cavalli e l’Europa, Bruce e Signora sono tornati a casa e proprio ieri (1 luglio) Springsteen è salito sul palco a Holmdel in New Jersey dove suonavano i Beach Boys. Troppo forte – e irresistibile – il richiamo della musica. Bruce è stato chiamato da Brian Wilson che lo ha voluto al suo fianco per cantare due brani intramontabili non solo della produzione dei Beach Boys ma di tutta la musica americana: “Barbara Ann” e “Surfin’ USA”. Due canzoni memorabili che sono state la colonna sonora delle estati di svariate generazioni – compresa quella di Bruce – e che ancora oggi sono immediatamente riconoscibili anche da chi ha 15 anni.

Certo, il confronto (soprattutto fisico considerato che tra i due ci sono solo 7 anni di differenza) è apparso impietoso, ma questo è un altro discorso. Ciò che conta è che Bruce ci abbia fatto sentire di nuovo la sua voce

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati “Ben Harper, Arriverà una luce” (Nuovi Equilibri, 2005, scritto in collaborazione con Ermanno Labianca), ”Gianna Nannini, Fiore di Ninfea” (Arcana), ”Autostop Generation" (Ultra Edizioni) e ben tre su Luciano Ligabue: “Certe notti sogno Elvis” (Giorgio Lucas Editore, 1995), “Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue” (Arcana, 2011) e il nuovissimo “ReStart” (Diarkos) uscito l’11 maggio 2020 in occasione del trentennale dell’uscita del primo omonimo album di Ligabue e di una carriera assolutamente straordinaria. Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome