È morto Greg Lake

0

È morto a 69 anni Greg Lake, bassista e cantante prima dei King Crimson e poi degli Emerson, Lake and Palmer, super gruppo prog tra i più influenti degli anni ’70.
A diffondere la notizia è stato Stewart Young, manager degli ELP: «Ieri, 7 dicembre, ho perso il mio migliore amico dopo lunga e ostinata battaglia contro il cancro. Greg rimarrà eternamente nel mio cuore. La famiglia sarà grata a chi rispetterà la sua privacy in questo momento di dolore».
Inglese di Poole (nel Dorset), Lake fa ingresso nei primi King Crimson a 22 anni, incidendo il primo album della band, In the court of the Crimson King. Un sodalizio che si interrompe ancor prima della pubblicazione del secondo disco, In the wake of Poseidon, a cui aveva collaborato: è allora che Lake decide di formare, con Keith Emerson e Carl Palmer, uno dei gruppi che avrebbero fatto la storia del progressive: Emerson, Lake and Palmer. La band esisterà fino al 1980, poi i musicisti proseguiranno le loro carriere da solisti. Lake pubblicherà due “solo album” e sarà protagonista di diverse collaborazioni prestigiose: una su tutte, quella con Bob Dylan. Poi il ritorno al fianco di Keith Emerson, una tournée con Ringo Starr, la collaborazione con Pete Townshend degli Who e tantissimi concerti in giro per il mondo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, studentessa di Giurisprudenza a Padova e giornalista a Milano. Classe '93. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, D.Repubblica.it e Young.it. Giornalista pubblicista, da sette anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su Amica.it, la Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, FoxLife, Trentino, Alto Adige, DireDonna e Italpress.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome