Ligabue: «A Manchester avrei provato a produrre energia»

0

L’attentato di Manchester durante il concerto di Ariana Grande ha sconvolto l’opinione pubblica e gli artisti di tutto il mondo, molti dei quali hanno deciso di riunirsi in un megaconcerto sold out. Ora dice la sua su questo evento così drammatico anche Luciano Ligabue, intervistato da Radio Deejay, durante la diretta del concerto di ieri «Ricordo bene cosa è accaduto con Italia Loves Emilia – ha affermato Luciano. – Quella è stata una serata veramente speciale. Questo evento ha avuto la funzione di far sentire meno soli coloro che erano stati colpiti dal terremoto. Che canzone avrei portato sul palco di Manchester? Io avrei provato a produrre energia».

Non mancano nemmeno riflessioni sulla sua salute, che ha tenuto in apprensione i fan nei mesi corsi a causa dell’intervento alle corde vocali che lo ha costretto a uno stop di alcuni mesi: «Ho finito da poco la rieducazione e ho ripreso a cantare da qualche giorno. Sarò ai Wind Music Awards e canterò anche. Mi dicono che le corde funzioneranno anche meglio di prima: questo lo verificheremo solamente con i concerti». 

Come annunciato dallo stesso Luciano, questa sera sarà ospite dei Wind Music Awards,  la kermesse che premia gli artisti che hanno venduto di più nel corso dell’ultimo anno. Sarà l’occasione migliore per tornare sul palco e riabbracciare (almeno virtualmente) e rassicurare tutti i fan sulla sua voce.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome