La mummia. Stavolta a misura di Cruise

Tombarolo contro mummia che se lo vuole sposare. Testimoni Jekyll & Hyde

0

La mummia
di Alex Kurtzman
con Tom Cruise, Russell Crowe, Annabelle Wallis, Sofia Boutella, Jake Johnson
Voto: sbendato sbandato

Dunque: la mummia (Boutella) stavolta è femmina (una quasi faraona troppo ambiziosa), come al solito viene mummificata viva (in Egitto) per punizione e viene scoperta migliaia di anni dopo (in Iraq)  dal tombarolo americano Cruise che usa la Guerra del Golfo per rubare reperti. Ma in qualche modo è collegata a Londra, dove la talpa del metrò incappa in una tomba di crociati e dove l’archeologa Wallis che collabora con Cruise lavora con un’organizzazione che tiene a bada il Male: la comanda Russell Crowe che guarda un po’ è il dottor Jeckyll (e mr Hyde). La mummia dalle doppie pupille che succhia la vita agli altri dovrebbe rinverdire il classico Universal dell’horror  ma -sarà per gli effetti, per il bisogno di Cruise di fare il gigione piacione o per il cinema postmoderno che è venuto dopo – l’impasto sembra un Indiana Jones contro i morti viventi in mix con La leggenda degli uomini straordinari. Sceneggiatura di David Koepp, Christopher McQuarrie, Dylan Kussman (tutti in qualche modo o star del cinema d’effetto o ritagliati attorno a Cruise…) per cui Cruise resiste a bombardamenti, crolli, disastri aerei, combattimenti corpo a corpo che frantumano monumenti, diventa persino lo sposo ideale della mummia e probabilmente è pronto anche per un sequel, ma la sensazione è che sia un film d’avventura di Cruise per Cruise dove c’è anche la Mummia. Invece il fatto che Russell Crowe faccia guizzare la sua stazza per diventare un interessante comprimario, questo sì, un po’ ci spaventa.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome