Al Carroponte un concerto per sostenere Radio Popolare

0
Radio Popolare

Tutto è pronto per la seconda edizione di All You Need Is Live, la festa-concerto di Radio Popolare, che si svolgerà al Carroponte di Sesto San Giovanni (Mi) venerdì 8 settembre a partire dalle 19,30. Tra i protagonisti annunciati, Le Luci Della Centrale Elettrica, Bombino, Diodato e Tommy Kuti.
Per la prima edizione, proposero un doppio concerto, cui parteciparono circa 7.000 persone. Stavolta invece hanno deciso di concentrare tutto in una sola serata, che però andrà avanti per oltre 4 ore di musica, costruendo un gioioso ponte tra Africa e Italia.
Tommy Kuti (foto in basso) si è fatto conoscere grazie alle sue rime e al suo rap “afroitaliano”: così si definisce lui stesso, fiero tanto delle sue origini nigeriane quanto del suo accento bresciano.
Il cantautore pugliese Antonio Diodato è una delle voci più belle della nuova musica italiana. Un timbro cristallino e una straordinaria sensibilità gli permettono di interpretare sia le sue canzoni che quelle altrui con un eclettismo emozionante.
Bombino ha realizzato il suo terzo album Nomad con la collaborazione di Dan Auerbach, uno dei due Black Keys. Lui viene dal Niger, è di etnia touareg, e suona la sua chitarra con uno stile capace di far diventare Mississipi e Niger un unico, travolgente, fiume.
Le Luci Della Centrale Elettrica, ovvero Vasco Brondi (foto in apertura): quando esordì qualche anno fa, con un disco prodotto da Giorgio Canali, immediatamente raccolse l’interesse di molti. La forza dei suoi testi, insieme immediati e profondi, tanto semplici quanto poetici, e la sua voce sincera, forte, irruente, hanno parlato da subito a un pubblico molto vasto, spesso molto giovane.
Il biglietto del concerto, che servirà a sostenere l’indipendenza di Radio Popolare, sarà di 20 euro. I diversamente abili entrano gratis, e anche il loro accompagnatore. Ingresso gratuito anche per i bambini fino a 9 anni; tra i 10 e i 15 pagano 10 € e dai 16 anni biglietto intero.

Radio Popolare

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome