Chi m’ha visto. Sparire per apparire

Chitarrista bravo e sconosciuto per sfondare scompare

0

Chi m’ha visto
di Alessandro Pondi
con Pierfrancesco Favino, Beppe Fiorello, Mariela Garriga, Dino Abbrescia, Mariolina De Fano
Voto: mah

Diciamolo subito, Favino è Bravo, Fiorello è bravo, anche il regista (opera prima) scrive bene e dirige con diligenza. E allora cosa non va? Che il tutto non sembra un film, ma uno dei tanti esercizi in dialetto per la tv, ma neanche un programma o che, un supertrailer, una promessa. Il chitarrista Fiorello sempre in secondo piano per Jovanotti e C si è rotto le scatole alle soglie dei cinquanta e torma a casa nelle Murge. La fidanzata è con un altro, la mamma guarda la peggior tv. Con l’aiuto dell’amico (grande coppia: uno si chiama Piccione e l’altro Quaglia: sarà un riferimento ai film di Totò?) il chitarrista sparisce in un casolare, arriva la tv del dolore, rifiorisce il turismo, il chitarrista recluso conosce una dolce prostituta cubana (ma va là) e mentre Jovanotti, Morandi, J-Ax e altri lo invocano perché torni sui palchi, lui fa LA SCELTA GIUSTA.
Fiorello dice che non è giusto che chi fa buona tv non faccia cinema, Favino che chi fa buon cinema non faccia tv. Il problema è che loro sono bravi e il tutto ci lascia indifferenti.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome