Ora è ufficiale: Andrea Innesto esce dalla band di Vasco Rossi

29
Cucchia

Avevamo anticipato due giorni fa la probabilità uscita di Andrea Innesto e Clara Moroni dalla band di Vasco Rossi. Ora, per quanto riguarda il primo, arriva anche la conferma ufficiale: non farà parte della band del prossimo tour. Lo dice Vince Pastano in una dichiarazione pubblicata nel pomeriggio dal sito ufficiale di Rossi. Nulla invece si dice di Clara Moroni.

Di seguito la dichiarazione di Pastano, nella quale anticipa anche quella che saranno le caratteristiche dei prossimi concerti:

Sarà una scaletta molto rock, forse la più rock degli ultimi anni. Connotata da estrema coerenza, passato e presente collegati tra loro da suoni e arrangiamenti nuovi. E rigorosamente rock, coerente con la storia e lo stile unico e inconfondibile del Blasco.
Il sound e la set list che stanno nascendo in studio non prevedono il sax e, non potendolo ridurre al semplice ruolo di corista, il grande Cucchia – Andrea Innesto, non farà parte della band a questo giro. 
“Stiamo anche valutando di far salire a bordo una figura di polistrumentista, alle percussioni, ”synth” e voce, per un contributo e rigenerazione indispensabile alle nuove sonorità, che bene si accordano agli arrangiamenti di alcuni brani ritmici, originariamente e storicamente precursori dell’ “alternative rock”. Rimarranno integri nel loro sapore rockeggiante, anche con l’inserimento negli adattamenti live di leggere sfumature elettroniche prese dal mondo “dubstep”, “trap” o “industrial”.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran, iniziata nel 2000 e che prosegue tuttora. Per 15 anni ho collaborato anche con il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 e fino alla sua chiusura ho curato il blog Atuttovasco.

29 COMMENTI

  1. da quasi 40 anni seguo il kom. dopo la morte di guido elmi nell’entourage del blasco si è persa la ragione. mandare a casa innesto perchè? perchè il signor pastano non ha bisogno della sezione fiati nel prossimo tour. mah, come riarrangerà canzoni di vasco che se non hanno la parte dei fiati, a partire dal flauto traverso, per arrivare al sax e sax contralto, come possono suonare? poi si ricordi il buon pastano che le migliori band rock hanno una parte dedicata ai fiati (vedi springsteen, pink floyd, rolling stones)… vasco non farti comandare da quattro deficienti, usa sempre e solo la tua testa, il tuo senno…. un tuo fans da ormai troppo tempo

    • Il boss è vasco e se ha avallato il consiglio del suo produttore ha fatto bene, è la dura legge del rock. Per cui grazie di tutto ma ora prendi il tuo sax e fuori dai coglioni!! Idem per la ferrari del rock che evidentemente per qualcuno rappresentava la Prinz del rock. The show must go on!!

  2. Vasco non permettere l’allontanamento di Innesto! Tutte cavolate quelle sui riarrangiamenti ecc. Ricordati che i tuoi fans ti amano per quello che fai e che hai fatto, conoscono ogni singolo suono e passo delle tue canzoni… Ti seguono e sono disposti a farlo ovunque anche per l’estrema fedeltà alla versione originale delle tue canzoni che dimostri durante tutti i tuoi concerti (a differenza di molti altri artisti che cambiano le proprie canzoni rendendole quasi irriconoscibili)! Alla gente piace sentire la versione che ha imparato! Il sax è uno strumento che contraddistingue il sound di molte tue canzoni storiche! Toglierlo significherebbe togliere l’anima di alcune canzoni o non fare canzoni che tutti si aspettano di ascoltare! E non mi metto a scrivere quali sono, perché sai meglio di me a quali mi riferisco! Spero che torniate indietro su questa decisione perché molti non la apprezzeranno affatto.

  3. Con il tempo Vasco sta cambiando…. ormai il mondo degli interessi che girano attorno a lui e’ immenso e lo sta plagiando a sua immagine e somiglianza,facendolo allontanare da cio’ che lui era per tutti noi. Semplice, vivo, rivoluzionario, nostalgico, affettuoso……
    Lo si vede anche dal costo dei biglietti per I suoi concerti, 90€ il piu’ economico, non alla portata di tutto il tuo popolo.
    Sono un tuo vecchio fans che vorrebbe, nonostante gli anni passino, vederti sempre per quello che sei stato per tutti noi che ti seguiamo in questa lunga avventura.
    Non lasciarti influenzare dal successo apri gli occhi sul palco e pensa SIAMO SOLO NOII, tutto il resto e’ NOIAAAA.

  4. E tofee?tanto per dirne una …è una vergogna. .con tutte queste disamine sul genere ,sulle sonorità..initili è fredde come il ghiaccio….scusami ma la poesia ,la passione ,le origini..?.la magia di alcuni arrangiamenti storici…caro signor Pastano la verità è che si è rotto qualcosa in questa storia a partire da Solieri e tante altre cadute di stile ,ma soprattutto di origini…che tristezza….

  5. Aggiungo caro Vasco sono da anni che ti seguo e sono un tuo fans da sempre si può dire che sono nato quasi con le tue canzoni nn perdere i tuoi collaboratori pensa con la tua testa come hai fatto sempre altrimenti ti inizierai a fare come altri cantanti che vengono pilotati per migliorare cose che secondo me nn si possono perché le basi delle tue canzoni sono i tuoi musicisti ed amici cucchia e sempre stato un dei migliori insieme ad altri.
    Spero che nn finirai la tua cariera in malo modo e ti ricordo che sei un grandissimo artista altri sono finiti ascoltando questi produttori i cambiamenti vanno fatti ma nn drastici e togliendo dei musicisti della band principali,e poi che toglierete caro pastano il Gallo,Stefano a questo punto distruggere il nome di una bad e il nome di vasco.
    Caro cucchia sei il migliore ti stimo tanto è sei una persona speciale unica nel suo genere lo posso dire perché ti conosco da un Po il tuo fan come altri nn ti è vi abbandona.
    Vasco ripensarci so che forse nn mi ascolterai ma Ripensarci.

  6. Comunicato dal futuro: Nel 2019, il concerto sarà ancora più rock, talmente rock che la produzione deciderà di lasciare a casa Vasco Rossi perchè nella set-list non è previsto l’uso della sua voce e penseranno anche di aggiungere un meme o un ologramma che dia al sound un tocco ancora più Rock…

    Nel comunicato ufficiale leggo parole come “Rock”, “Coerenza”, “Stile” “Storia”? Queste parole si contraddicono con la scelta!

    Se il Sax era Rock lo è anche oggi!

    Lo “stile” dei concerti e delle musiche di Vasco Rossi almeno per quanto mi riguarda, lo ha fatto anche il tuo Sax, il tuo sound.

    Per coerenza, non parli di “Storia” se poi togli dalla storia un elemeno importante!

    “Passato e presente” collegati tra loro e togli un elemento fondamentale della band che fa parte della storia, dello stile e del passato del Blasco?

    “Passato”… Boh… Allibito.

    Solidale con te! Io il biglietto per un concerto di Vasco Rossi senza Andrea Innesto non lo pago.

    Potete parlare di “Storia” a far passare per buona questa scelta, con i ragazzini.. Ma con chi ha visto i concerti del Blasco nei tendoni, penso proprio di no.

    Consiglio alla produzione una buona lettura di Wiki, qualora avesse perso la memoria…

    Andrea Innesto
    https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Innesto

    Soprannominato “Cucchia”, è il sassofonista della Steve Rogers Band e di Vasco Rossi dal 1985.

    E parlano di storia?

    • Sei uno forte. Non scrivo mai, se non quando mi imbatto in persone col cervello che funziona a dovere. La storia e la verità ti ringraziano. E lo faccio anch’io.
      Fabrizio

  7. la verita’non ce la diranno mai……. rimane comunque inspiegabile,inaccettabile…le ragioni che ci hanno detto non sono a mio modesto parere sufficentemente credibili.

    • Sono veramente deluso perché se il sax nn ci sarà sicuramente pezzi come vabbene così , la noia ,Gabri ,e tanti altri ancora sto seriamente pensando di vendere il biglietto

  8. anch’io delusissimo Vasco stai ascoltando la gente sbagliata,ti seguo da sempre e ahimè ti colpo non mi sembri più il vero e unico Blasco,rimani ciò che hai rappresentato per 40 anni,non diventare un industria

  9. Gli unici che possono decidere chi lasciare a casa e chi no siamo solo io e vasco, per cui poche storie o lasciamo a casa pure gli altri della band!

  10. Dopo che sono stati trattati male Solieri e Braido, ora tocca ad Innesto. Che tristezza!! Il Dio denaro batte amicizie 3 a 0!! basta non andare ai concerti!! Vasco vai in pensione che è ora!! Prima di fare altre f8gure del genere!!!

  11. Per quanto mi riguarda dopo Aver visto uscire IL GRANDE MAURIZIO SOLIERIE,oggi Andrea Innesto ,domani forse Claudia Moroni e chissa’ chi nel prossimo venire,il comandante sta’ perdendo la barca.E se come ha sempre detto che lui comunica tramite le sue canzoni be’ personalmente questo modo di comunicare in modo nuovo non mi piace,Il blasco non è’ solo rock ma e’ poesia che viene da ogni singolo accordo è da ogni singolo strumento che si sposa in modo perfetto con la sonorita’ della voce e con i testi
    Andro’ anche quest’anno ai concerti di Vasco ,come faccio ormai da 20 anni.
    Ma molto probabilmente sarà’ l’ultimo tour che faccio.
    Per Me il comandante finisce qui!
    P.s. Rivedere suonare Maurizio Solieri
    al modena parck e’ stato un brivido enorme.
    Evviva le vecchie sonorita’ evviva il passato,evviva la poesia….anche e soprattutto quella del sax.

  12. Ragazzi, dimenticate che Vasco è un anello della azienda ”Vasco Rossi” , un’industria , una macchina che serve a far soldi. Non so se avete capito bene che Vasco apre la bocca SOLO PER SOLDI.
    Se togli i soldi Vasco NON CANTA PIÙ. Questo è il suo mestiere. Se accantoniamo per un attimo le emozioni che noi, poveri stronzi, ricerchiamo al punto di pagarle 90 euro, ci accorgeremo che l’azienda “Vasco Rossi” sta solo attuando la sua nuova strategia per far rendere di più il nuovo prodotto…Cosicché possono , oltre che rinnovare il parco consumatori di concerti anche quello successivo di ascoltatori di album live ( con nuove sonorità).
    Fanno un investimento che darà i sui frutti tra qualche anno…SVEGLIA!!!!!!!
    Un ex fan.
    Anzi, super fan…

  13. Chi si spinge a dare una connotazione agli strumenti (questo é rock, quello é funky e l’altro é pop) dimostra solo una limitazione mentale dettata da regole che esulano dalla Musica. Queste giustificazioni servono solo a mascherare ció che ogni musicista e buon ascoltatore sa benissimo….la dura legge del denaro. Grandissimo Andrea Innesto, ottimo musicista e persona umile che ha contribuito alla grande musica di Vasco.

  14. 2/6/19 torno dal concerto di ieri a san siro…. che tristezza…. senza Cucchia e soprattutto con un sound che a mio avviso non centra più nulla con il vero Vasco. Ci fosse almeno Solieri o Braido ! Se questa è evoluzione…. forse è meglik vedersi i vecchi dvd e non andate ai concerti!

  15. Ho visto il concerto ieri 11 giugno 2019 a San Siro…onestamente l’ho trovato Snaturato non ho.più provato quell’emozione che solo gli strumenti dal suono pulito davano…troppa elettronica …le contaminazioni ok ma dosate…No mi spiace per Vasco ma non ti ho ritrovato ieri sera ne te nella tua musica. Togliere il sax poi ha reso fredda l’atmosfera..troppi video flash effetti speciali…ma io ti voglio Vasco dove ti hanno nascosto???

  16. Ero anch’io a S.Siro l’11 Giugno e per l’occasione ho portato a battesimo dal.komandante mio figlio 13enne.
    Indipendentemente dalle scelte ormai prese, o dai gusti arrangiamentali che ognuno di noi ha, quello che ho visto è un concerto ibrido. Vasco e le sue canzoni in scaletta erano incastonate in una versione degli arrangiamenti difficile da assorbire. Ok sperimentare e riarrangiare, ok lasciare l’anima rock, ma credo ci sia un limite da porre per rispettare ciò che è una canzone con decenni e che è un opera d’arte e di emozioni.
    .. Fortuna quel.mostro di Stef.in compenso.
    Vasco è sensibile ed avrà già compreso che la rotta è da rivedere. Gente ed amici che sanno consigliarlo (Gaetano esempio) o altri cie li ha ancora. Non credo che le scelte dipendano da denaro o baget spese.
    Vasco saprà riappropriarsi della piena identità musicale delle sue canzoni. Non penso si sia già rincojonito a tal punto! Forse dovrebbe respirare di più l’aria di Zocca e zone limitrofe!!

  17. Siamo entrati in una nuova era… come giustamente postato sopra anche Vasco ormai è superfluo. La Sua voce non è più necessaria così come la Sua presenza. Tanto vale quindi sostituirlo con un ologramma… e sapete che c’è anche il pubblico non è più necessario. Da parte mia cedo i diritti d’immagine al sig. Pastano. Può tranquillamente usare il mio ologramma x i prossimi tour. Ciao Vasco spero di rivederTi magari in un’altra vita.
    Firmato: uno dei Tuoi figli sparsi in giro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome