Sono tornato

E dopo l'Hitler di Lui è tornato, ecco il remake con Mussolini

0

Sono tornato
di Luca Miniero
con Massimo Popolizio, Frank Matano, Stefania Rocca, Gioele Dix, Guglielmo Favilla
Voto: 6 e 1/2

Lui è tornato (recensione qui) vedeva Hitler riapparire a Berlino con la divisa che puzzava di benzina (si era fatto bruciare dopo il suicidio nel bunker). Sono tornato vede Mussolini cadere dal cielo in un giardinetto romano (dove ci sarebbe la porta che collega i vivi e i morti) con i piedi ancora legati come dopo essere stato appeso a piazzale Loreto.
Il primo film veniva da un romanzo di Timur Vernes, il secondo è il remake italiano del primo. Anche qui Benito Mussolini che gira in divisa e ripete frasi dai suoi discorsi viene scambiato per un comico o un attore un po’ sciroccato, e lui per un po’ non capisce se è a Roma o ad Addis Abeba: il meccanismo più semplice è rileggere l’Italia di oggi attraverso gli occhi del fascismo (siamo molli e colonizzati da razze inferiori), il più complesso mostrare come la sete di audience del sistema dell’informazione non arretrerebbe davanti a niente, pronta a fare di Mussolini (come nell’altro film, di Hitler) un guitto di successo che riconquisterebbe la politica attraverso la tv.Come nell’altro film c’è un giro del Paese con l’attore in orbace per riprendere le reazioni del popolo. Anche qui saluti a braccio teso, selfie e occhi pixellati per chi non ha dato il consenso ad apparire. Anche qui tardivo riconoscimento (tocca un’anziana signora scampata al rastrellamento del ghetto di Roma) che è proprio lui, Mussolini, quello delle leggi razziali, non un semplice buffone pericoloso. Anche questo film, come l’altro, dovrebbe far riflettere sul fatto che la democrazia non è data una volta per sempre e che c’è più indignazione se uccidi un animale che non se uccidi un essere umano. Ma su queste cose il film arriva ultimo dopo internet e tv. Il problema è ridere…

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome