Nomadi Dentro. Un tour celebrativo per 55 anni di storia

0
Nomadi

Tappa a Bologna per i Nomadi, impegnati a portare il loro ultimo album, Nomadi Dentro, in giro per l’Italia con un tour di 16 date nei principali teatri della penisola. Un tour celebrativo che ha l’intento non solo di proporre il disco, che a fine serata sarà suonato quasi per intero, ma anche di raccontare i 55 anni di storia nomade.

Il Teatro Duse è pieno quando, alle 21:15 i Nomadi salgono sul palco per aprire il concerto proprio con Nomadi, canzone scritta da Francesco Guccini e regalata a Beppe Carletti in occasione dei 50 anni della band.
Lo spettacolo è diviso in due parti: la prima è quasi interamente dedicata al nuovo lavoro, mentre la seconda ha il compito di celebrare la storia della band con i grandi successi del suo repertorio, da Un pugno di sabbia ad Io voglio vivere, fino al gran finale che vede, come sempre, Canzone per un’amica, Dio è morto ed Io vagabondo, per un lungo abbraccio conclusivo.

I Nomadi, pur essendo una band che ha cambiato da meno di un anno cantante riesce comunque a risultare un “gruppo” affiatato. Il collante della band è proprio il fondatore Beppe Carletti che, a differenza dei tour precedenti, lo si vede più partecipe sul palco, sia per presentare le canzoni, ma anche per raccontare degli aneddoti sui componenti del gruppo.
In 55 anni sono state 23 le persone che sono salite sul palco dei Nomadi, cosa che rende quasi impossibile credere che questa band sia riuscita a “sopravvivere” a così tante sventure. Ma i Nomadi sono qualcosa di diverso nel panorama musicale, non sono una semplice band, ma sono i portatori di un messaggio.
La loro forza non è il cantante, il chitarrista o il batterista, ma è il messaggio che portano attraverso le canzoni e che, in 55 anni, non è mai cambiato rimanendo coerente con se stesso.
E credo che ci sia estremamente bisogno di una band così.

SCALETTA:
1. Nomadi
2. Io ci credo ancora
3. Io sarò
4. Gli aironi neri
5. Calimocho
6. Decadanza
7. Il fiore nero
8. Terra di nessuno
9. Auschwitz
10. Europa
11. Il paese delle favole/Bella ciao
12. Il vecchio e il bambino
13. Ti porto a vivere

SECONDA PARTE
14. Stagioni
15. Noi non ci saremo
16. L’ultima salita
17. Tutto a posto
18. Un pugno di sabbia
19. Ti lascio una parola (Goodbye)
20. Dove si va
21. Io voglio vivere
22. Ho difeso il mio amore
23. Un giorno insieme
24. Canzone per un’amica
25. Dio è morto
26. Io vagabondo

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome