Paul McCartney ha vinto un prestigioso premio isreaeliano

0
Paul McCartney

Paul McCartney è stato proclamato vincitore del premio Wolf, un riconoscimento israeliano assegnato dal 1978 dalla Fondazione Wolf a scienziati ed artisti che si sono distinti per il bene dell’umanità e dei rapporti fra i popoli.

Tra le motivazioni del premio emerge che Paul McCartney è «uno dei più grandi cantautori di tutti i tempi. Un’artista incredibilmente versatile, in grado di spaziare dal rock più fisico alle melodie di un’intimità ossessionante e straziante. I suoi testi hanno una gamma altrettanto ampia, da quella ingenua e affascinante a quella commovente e persino disperata. Ha toccato i cuori di tutto il mondo, sia come Beatles che nelle sue band successive, tra cui i Wings».

McCartney condividerà il premio con il conduttore Adam Fischer, che il comitato del premio ha definito come un «eloquente difensore dei diritti umani – in particolare – la sua protesta contro gli sviluppi politici nella sua nativa Ungheria».
Sono stati annunciati anche altri sette vincitori nei campi della matematica, della chimica, della fisica e dell’agricoltura. I premi (che consistono in 100.000 $) saranno consegnati dal presidente isreaeliano Reuven Rivlin durante una cerimonia speciale che si terrà alla Knesset di Gerusalemme, alla fine di maggio.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome