Mirkoeilcane: «Al Primo Maggio con il mio lato più spensierato»

0
Mrikoeilcane

«Suonare sul palco del Primo Maggio a Roma? Sono emozionantissimo. Da romano, ancora di più. Sono stato tra il pubblico per tanti anni. Sapendo quello che succede sotto il palco, l’idea che quest’anno sarò dall’altra parte mi rende veramente felice». Racconta così Mirkoeilcane il suo esordio sul palco del Concertone. «Non c’è un’edizione che ho amato più delle altre. A tutte, per motivi diversi, sono molto legato. È una bella giornata di festa, da trascorrere con gli amici».

Ma Primo Maggio non è solo musica: «Nel mio repertorio, conto un paio di canzoni che trattano il tema del lavoro. Però, con il mio set, non voglio cavalcare quest’onda. Canterò Stiamo tutti bene e una canzone allegra, per far conoscere il lato “non serioso e critico” della mia musica».

E se non avesse fatto il cantante? «Mi sarebbe piaciuto fare un sacco di lavori. A dire il vero, nella vita mi sono divertito a fare un sacco di lavori, come il centralinista. Probabilmente, però, avrei fatto l’autista: mi piaceva molto e sarebbe stato un modo per seguire le orme di papà».

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, studentessa di Giurisprudenza a Padova e giornalista a Milano. Classe '93. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, D.Repubblica.it e Young.it. Giornalista pubblicista, da sette anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia. Mi trovate anche su Amica.it, la Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, FoxLife, Trentino, Alto Adige, DireDonna e Italpress.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome