Pomigliano Jazz, arrivano i Baustelle

Il gruppo toscano torna in Campania per un imperdibile concerto-evento in data unica.

0
Baustelle

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Pomigliano Jazz in Campania, rassegna musicale giunta alla sua ventitreesima edizione con un doppio appuntamento, dal primo al nove settembre e dal primo al nove ottobre. Punta di diamante del festival – che alternerà performaces musicali a itinerari turistici ed enogastronomici, mostre e spettacoli per bambini – sarà il concerto dei Baustelle, che nel suggestivo scenario dell’Anfiteatro Romano di Avella (AV) porteranno in scena un live molto speciale (unica data in Italia) accompagnati dalla Orchestra Napoletana di Jazz. Con l’ensemble diretto dal maestro Mario Raja, il gruppo toscano rileggerà in una chiave sonora del tutto nuova  i brani tratti dall’ultimo album L’amore e la violenza – Vol. 2, pubblicato nel gennaio 2018 e anticipato dall’uscita del singolo Veronica n.2.;  tra le tracce del cd è presente anche il brano Caraibi, scritto in occasione della registrazione del primo album dei Baustelle, Sussidiario illustrato della giovinezza, nel 2000 e riarrangiato per l’occasione.

Bianconi e soci, però, non proporranno solo i pezzi più recenti, ma anche quelli che vengono ormai considerati classici della loro discografia, vestiti con abiti originali e affascinanti grazie all’ausilio di una intera sezione di fiati.

Sul palco, con Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino(basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre), Andrea Faccioli (chitarre) e i dieci musicisti dell’ONJ.

I Baustelle, nell’attuale formazione a tre membri dal 2005, nascono artisticamente a Montepulciano nel 1996. Come scritto in precedenza, pubblicano il primo album, Sussidiario illustrato della giovinezza, nel 2000; nel 2003 si aggiudicano il premio MEI come Miglior gruppo/solista dell’anno, mentre con il terzo album, La malavita, pubblicato nel 2005, conquistano la prima certificazione oro e sono tra i finalisti della Targa Tenco 2006 per il miglior album, premio che conquistano nel 2008 con Amen, quarto album in studio, certificato platino, per poi risultare di nuovo tra i finalisti nel 2010 con I mistici dell’Occidente (certificato oro) e nel 2013 con Fantasma. Nel 2009 la loro incursione nel cinema d’autore si dimostra un ulteriore successo: la canzone Piangi Roma, scritta per la colonna sonora da essi stessi composta del film di Giuseppe Piccioni Giulia non esce la sera, e incisa con Valeria Golino, protagonista della pellicola, si aggiudica infatti il Nastro d’argento come migliore canzone originale. Eclettici nello stile, ricco di contaminazioni differenti per storia e provenienza, e coltissimi nella scrittura, che pesca con classe nella letteratura e nel cinema, i Baustelle vengono considerati  tra i fiori all’occhiello del cantautorato italiano indie rock.

Attiva dal 2005, l’Orchestra Napoletana di Jazz ha dato vita in questi anni a concerti e duetti tanto con grandi star dello stile dal quale prende nome, quanto con musicisti e artisti provenienti da mondi e generi differenti (da Matthew Herbert a Joe Lovano, da Archie Sheep a Enzo Avitabile, passando per Arto Lindsay, Richard Galliano, Randy Weston, Raiz, Don Moye e James Senese), promuovendo con la sua arte non solo le tradizioni sonore internazionali, ma anche quella classica partenopea, considerata vero e proprio patrimonio culturale mondiale.

Dopo Incognito & Mario Biondi (2012), Ludovico Einaudi (2013), George Benson (2014), Goran Bregovic (2015), Ornella Vanoni (2016) e Gregory Porter (2017), l’Anfiteatro Romano di Avella si appresta così ad accogliere un nuovo progetto targato Pomigliano Jazz.

I biglietti per assistere al concerto dei Baustelle con ospite speciale l’ONJ sono in vendita al costo di 25 euro + prevendita (platea) e 20 euro + prevendita (galleria) sul circuito TicketOnLine – Azzurro Service (tel. 081 5934001) e nei principali punti vendita della regione Campania.

Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al sito ufficiale del festival

 

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome