Venezia 75. The Other Side of the Wind

Montato e rifinito da Netflix arriva il grande inedito di Orson Welles

0

Other Side of The Wind, l’inedito di Orson Welles che prima di morire ne aveva lavorato in montaggio solo 45 minuti (lasciando circa 1000 ore a Peter Bogdanovich) è stato chiuso  dalla figlia di Welles e da Bob Murawsky per Netflix, e probabilmente ecciterà gli esegeti di ogni frammento di pellicola toccato dal Maestro, ma personalmente non mi sembra un suo film se non in pochi momenti. Invece mi ricorda tantissimo lo stile di Henry Jaglom, uno dei molti registi che appaiono e hanno partecipato alla lavorazione dell’opera, e uno dei più fidati della sua corte (nonche curatore del delizioso riversamento dei nastri in cui lui e Welles discettavano dell’universo e di Hollywood al ristorante: A pranzo con Orson). Ad altri ha ricordato le cose più strane, ma possono venire in mente anche prese per i fondelli di Zabriskie Point (come ha scritto il Guardian) in salsa di Russ Meyer. Oppure il casino di 007 Casino Royal rifatto in bella calligrafia. In soldoni Other Side racconta l’ultima notte prima della “prima” di un film di un regista in declino che è finalmente riuscito ad assemblare un lavoro sperimentale. Per affrontare “l’altra parte del vento”. Il regista in declino, che verosimilmente pare aver vissuto le stesse tremende oscillazioni di successo di Welles, che aveva alla fine più debiti che pellicola montata, è J.J. Jake Hannaford, è interpretato dal regista John Huston e si muove tra alcuni spezzoni di un film a colori che sembra uscito dal periodo post hippie e un bianco e nero (e altri colori, e differenti formati, come apporti esterni) che racconta un’eterna notte di discussioni tra realtà e fantasmi dell’autore che per la prima volta pare affrontare il nudo, l’omosessualità e tenta anche di tirare le fila del rapporto tra il regista/dio e la sua creatura, l’attore. È stato detto che sarebbe l’8 1/2 di Welles, ma le somiglianze col capolavoro di Fellini mi sembrano tutte nel bianco e nero e nella struttura a flusso con tanti personaggi che entrano ed escono dal buio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome