Ricchi di fantasia

Poveri, ricchi per finta, non belli, in cerca di soluzioni fantasiose

0

Ricchi di fantasia
di Francesco Miccichè
con Sergio Castellitto, Sabrina Ferilli, Valeria Fabrizi, Matilde Gioli, Antonio Catania
Voto povero

Castellitto geometra impoverito e la Ferilli cantante frustrata sono amanti esasperati dalle rispettive famiglie. Quando lui all’improvviso vince il Jackpot scappano con figli e suocera a carico. Sorpresa: il geometra non è ricco, gli han fatto uno scherzo. Chissenefrega, vanno allo sbaraglio lo stesso, in Puglia, verso un trullo che il geometra aveva comprato e non riusciva a vendere mai. La sceneggiatura nella prima parte opta per la presentazione dei caratteri e dei parenti a carico con annotazioni sulle nuove povertà prese un tanto al chilo dalla cronaca, nella seconda è un on the road dei nuovi poveri in caccia di occasioni, che si scontrano con la consueta voracità dei nuovi ricchi (Catania, ricco annoiato che fa tanto Tai Chi in una villa sul mare). L’unico problema è che sembra che ogni tot minuti gli sceneggiatori abbiano cambiato idea e il film è sempre tra il superficiale e il fragile. Sul finale c’è anche la sorpresa, se si ha voglia di prenderla sul serio.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

 

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome