Weekend al cinema con i Queen, il Grinch, Pieraccioni e la prima regia di Mastandrea

0
Queen

E’ un weekend interessantissimo quello che si annuncia per gli appassionati di cinema. Ed anche per gli appassionati di musica, perché finalmente diventa un film la storia dei Queen.

Bohemian Rhapsody di Bryan Singer racconta i primi quindici anni di carriera dei Queen, dal 1970 (anno di nascita della band) all’esibizione al Live Aid del 1985. Film dalla gestione travagliata ed attesissimo dai fan, è stato presentato in anteprima mondiale a Londra lo scorso 23 ottobre. Remi Malel interpreta Freddie Mercury.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Il Grinch di Yarrow Cheney e Scott Mosier dà ufficialmente il via alla stagione natalizia dei film d’animazione. La produzione è di Illumination Entertainment (la casa di Cattivissimo me), mentre la storia raccontata vedere il Grinch impegnato nel tentativo “rubare” il Natale, travestito da Babbo Natale. Sulla sua strada troverà una bambina intenzionata ad incontrare a tutti i costi proprio Babbo Natale. La voce italiana del Grinch è di Alessandro Gassmann.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

A tre anni di distanza dal suo ultimo lavoro, torna nelle sale Leonardo Pieraccioni con Se son rose. In questo suo nuovo film Pieraccioni interpreta un giornalista la cui figlia manda un messaggio a tutte le sue ex fidanzate, con l’invito a riprovarci. Ed alcune delle ex rispondo all’appello. Nel cast ci sono anche Claudia Pandolfi, Gabriella Pession e Antonia Truppo. Il protagonista del film si chiama Leonardo Giustini, cognome scelto da Pieraccioni come omaggio alla memoria dell’amico Niki Giustini, attore scomparso all’inizio del 2017.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Tre volti dell’iraniano Jafar Panahi ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura all’ultimo Festival di Cannes. Al centro della storia c’è un’attrice che, in compagnia di Panahi, parte alla ricerca di una ragazza che le ha mandato un videomessaggio chiedendole aiuto per sfuggire alla propria famiglia conservatrice e tiranna.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Ride è il primo lungometraggio diretto da Valerio Mastandrea. L’attore romano ha scelto di passare dietro la macchina da presa per raccontare la storia di una giovane vedova che si prepara per il funerale del marito, un operaio morto per un incidente sul lavoro. Lei è Chiara Martegiani, nel cast ci sono anche Renato Carpentieri, Stefano Dionisi e Milena Vukotic.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Escono anche (cliccando sul titolo potete vedere il trailer) Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio (con Anna Foglietta, in concorso nella sezione Orizzonti all’ultimo Festival di Venezia), Isabelle di Mirko Locatelli (premio per la miglior sceneggiatura al Montreal World Film Festival) e Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome