Mercoledì 26 dicembre

0
Mauro Repetto

Definirlo il “John Frusciante italiano” è forse eccessivo, ma nel suo piccolo anche Mauro Repetto viene ricordato per essere “uscito dal gruppo” all’apice del successo. Nato a Genova, il 26 dicembre 1968, Repetto compie oggi 50 anni. La storia è nota: cresce a Pavia, conosce a scuola Max Pezzali, con lui inizia a fare musica negli anni ottanta e nel 1991 dà vita agli 883. Il successo è immediato: prima Hanno ucciso l’uomo ragno e poi Nord sud ovest est fanno degli 883 la band del momento. Il duo è quasi surreale: mentre Max canta, Mauro si dimena al suo fianco, in una danza frenetica che diventa a suo modo il marchio di fabbrica del gruppo. L’avventura dura però solo tre anni: nel 1994 infatti Mauro saluta la compagnia e se ne va negli Stati Uniti. La parentesi a stelle e strisce dura solo pochi mesi. Nel 1995 è di nuovo in Italia ed incide ZuccheroFilatoNero, il suo primo e unico disco da solista. Non funziona. Agli occhi del grande pubblico sparisce. Va a vivere in Francia e la storia racconta che si ritrovi a vestire i panni del cowboy, come animatore, a Disneyland Parigi. Poi diventa manager e torna anche nel mondo dello spettacolo dedicandosi al teatro. Nel 2012 Max Pezzali festeggia i vent’anni di carriera incidendo Hanno ucciso l’uomo ragno 2012: Repetto partecipa come corista nell’unico inedito del disco, Sempre noi, ed appare nel video della canzone. Oggi spegne 50 candeline e chissà se si ritroverà a pensare agli anni ruggenti degli 883, al successo al quale ha rinunciato per inseguire la sua vita. In ogni caso, buon compleanno Mauro!

Gli altri fatti del giorno:
1936: nasce il cantante Otello Profazio
1960: nasce il musicista e cantante Stefano Palatresi
1962: nasce James Kottak, batterista degli Scorpions
1963: viene pubblicato negli Stati Uniti il 45 giri dei Beatles I want to hold your hand
1963: nasce Lars Ulrich, batterista dei Metallica
1971: nasce l’attore e cantante Jared Leto
1999: muore il cantante Curtis Mayfield

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome