Venerdì 4 gennaio

0
Pino Daniele

Quattro anni fa un infarto – era il 4 gennaio 2015 – si portava via Pino Daniele. E di colpo, la musica napoletana e quella italiana si scoprivano molto, molto più povere. Giuseppe Daniele (così all’anagrafe) era nato a Napoli il 19 marzo 1955. Era arrivato al successo nella seconda metà degli anni settanta, grazie ad una straordinaria capacità di fondere la tradizione partenopea con sonorità mediterranee e blues. Chitarrista eccelso, dotato di una vocalità immediatamente riconoscibile, Pino Daniele è stato per quasi quarant’anni un punto di riferimento della scena musicale italiana. Fino alla morte avvenuta all’alba del 2015: il malore in Toscana, nella sua casa di Orbetello, la corsa in auto fino a Roma, il decesso all’ospedale Sant’Eugenio, le polemiche successive sui soccorsi. E poi il dolore, i napoletani in piazza e soprattutto il ricordo di un pugno di capolavori destinati a restare per sempre nella storia della nostra musica. Ha vissuto meno di sessant’anni Pino Daniele: pochi, ma sufficienti per lasciare un segno indelebile.

Gli altri fatti del giorno:
1710: nasce il compositore Giovanni Battista Pergolesi
1950: nasce il chitarrista Massimo Luca
1956: nasce Bernard Sumner, già chitarrista di Joy Division e New Order
1960: nasce Michael Stipe, già cantante dei R.E.M.
1968
: Jimi Hendrix viene arrestato a Stoccolma dopo aver devastato la sua camera d’albergo
1974: nasce il cantante Brusco
1986: muore il bassista e cantante Philip Lynott
1989
: muore il musicista Pino Calvi
2016
: muore il produttore discografico Robert Stigwood
2017
: muore il direttore d’orchestraGeorges Prêtre
2018
: muore il flautista e cantante Ray Thomas

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome