È Queen mania. Record al cinema, premi e un musical nei teatri italiani

0
Queen mania
Foto di Alex Bayley

È (ri)scoppiata la Queen mania. E naturalmente in questo caso la Regina Elisabetta non c’entra niente: sono tutti pazzi per i Queen, la mitica band di Freddie Mercury, Brian May, John Deacon e Roger Taylor.
Dalla sua uscita nelle sale, la pellicola di Bryan Singer si è trasformata nel biopic musicale più visto di sempre, mentre la canzone Bohemian Rhapsody, con 1,6 miliardi di trasmissioni nel mondo, è diventata la più ascoltata di sempre (per non dire che a livello planetario, complessivamente, ne sono stati venduti 300 milioni di copie). La recente vittoria del film ai Golden Globe (dove si è aggiudicato due statuette: miglior film e Rami Malek come miglior interprete, più che un viatico per i prossimi Grammy) è solo l’ennesima riprova che siamo di fronte all’ennesima esplosione di Queen mania. Una “febbre” che non accenna ad abbassarsi a partire dagli anni Settanta.
Le canzoni immortali dei Queen hanno saputo catturare l’amore incondizionato del pubblico italiano non solo al cinema, ma anche a teatro grazie alla nuova edizione di We Will Rock You, che con oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di repliche a Londra, è considerato tra i musical più rappresentati al mondo. Lo spettacolo originale è stato prodotto da Ben Elton, in collaborazione con Roger Taylor e Brian May.
Queen maniaIn Italia, grazie soprattutto al lavoro e alla credibilità della Barley Arts, il musical, dopo il grande successo della sua prima edizione nel 2009, è stato riproposto in una nuovissima produzione. Dopo una straordinaria partenza ad ottobre che ha sfiorato il sold out in numerose città italiane, la nuova stagione dello spettacolo con 19 dei più grandi successi dei Queen proseguirà per tutto il 2019: a Jesolo (il 10 gennaio, Palazzo del Turismo), Bassano Del Grappa (il 12 gennaio, Palabassano Due), Bergamo (il 18 gennaio, Creberg Teatro Bergamo), Milano (dal 31 gennaio al 3 febbraio; dal 7 al 10 febbraio; dal 14 al 17 febbraio, Teatro Ciak), Genova (dal 21 al 23 febbraio, Politeama Genovese), Roma (dal 27 febbraio al 3 marzo, Teatro Brancaccio), Napoli (il 5 marzo, Teatro Augusteo), Catanzaro (il 9 marzo, Teatro Politeama), Reggio Calabria (l’11 marzo, Teatro Cilea), Catania, (il 13 marzo, Teatro Metropolitan), Bari (il 16 e il 17 marzo, Teatro Team), Firenze (dal 22 al 24 marzo, Teatro Verdi), Padova (29 marzo, Gran Teatro Geox), Torino (il 5 e il 6 aprile, Teatro Colosseo) e Gorizia (il 9 aprile, Teatro Verdi
Le musiche e le canzoni sono quelle originali, eseguite rigorosamente dal vivo da un’eccezionale band formatasi per l’occasione. Le canzoni sono cantate in lingua inglese mantenendo l’adattamento dei testi concepiti per il musical. La regia di Tim Luscombe e l’attenta rivisitazione e implementazione del testo originale a cura di Michaela Berlini, del Direttore Artistico Valentina Ferrari e del produttore Claudio Trotta conferiscono allo show nuovi motivi di gradimento e interesse, per un pubblico estremamente transgenerazionale, valorizzandone i contenuti ed evidenziando l’attualità di temi quali il bullismo e l’oppressiva presenza quotidiana della rete nella vita di tutti.
L’adattamento è stato volutamente ricercato e meticoloso, il testo originale aggiornato ed arricchito, frutto di un lungo e complesso lavoro di “cesellatura” dello script originale da parte di un nuovo team creativo, per oltre due ore e mezza di spettacolo.
Tornando al film Bohemian Rhapsody, la sua colonna sonora sarà distribuita anche in doppio vinile dall’8 febbraio. Ma le notizie ghiotte per i collezionisti non finiscono qui: in occasione del Record Store Day (13 aprile 2019) usciranno pure, in edizione limitata, un doppio picture disc e un singolo da 7″ contenenti i brani Bohemian Rhapsody / I’m In Love With My Car.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome