Su Rai 1 in prima serata un omaggio a De André

0
Fabrizio De André
Foto di Reinhold Kohl

Giovedì 10 gennaio alle ore 20,30 Rai 1 rende omaggio a Fabrizio De André in occasione dei vent’anni dalla scomparsa (in realtà avvenuta il giorno successivo, l’11 gennaio 1999). Lo fa con uno speciale curato da Vincenzo Mollica, che propone una sintesi delle tante interviste che ha fatto al grande cantautore genovese.
È una buona occasione, per chi non conosce bene la sua storia, di approfondirne alcuni aspetti, magari soddisfacendo qualche curiosità. Per esempio, il soprannome Faber gli fu attribuito dal suo grande amico Paolo Villaggio e fa riferimento al suo grande amore per i pastelli colorati prodotti da una ditta il cui nome era proprio Faber-Castell.
Nel corso dei 55 minuti del programma (un po’ pochi, dirà qualcuno, ma meglio di niente) Vincenzo Mollica sottolineerà come De André non raccontava sogni ma la pura realtà. Era un uomo che amava gli ultimi della terra, gli emarginati, e non sopportava il conformismo. Lui stesso diceva di sé «non sono un cantante per bene, non sono un intellettuale». Ma nei versi delle sue canzoni esprimeva l’inesprimibile con parole talmente semplici e accessibili a tutti da farlo amare da un pubblico trasversale.
Nel corso del programma non ascolteremo solo parole, ma anche grande musica. Per esempio la celeberrima La canzone di Marinella, e Vincenzo Mollica ci spiegherà che originariamente era il lato B di Valzer per un amore. Come noto, si dovette aspettare l’interpretazione e la versione di Mina perché il brano diventasse uno dei più popolari dell’universo musicale italiano della seconda metà del ‘900.
Faranno ascoltare anche La guerra di PieroeBocca di rosa, la cui ispirazione venne da un fatto realmente accaduto. Un giorno entra a casa di Fabrizio De Andrè una ragazza. Lui ancora giovanissimo pensò subito, guardandola in viso, che non era una prostituta ma soltanto una ragazza che amava e si faceva amare.
Via del Campo invece nacque da un’avventura realmente accaduta a Genova. Raccontava De André di avere incontrato una bella ragazza. Quando lui volle sapere l’età, la giovane tira fuori la carta d’identità e scoprì che si chiamava Giuseppe. Oggi non se ne stupirebbe più nessuno.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome