Bruce Springsteen entra al Sundance Film Festival con “Blinded By The Light” di Gurinder Chadha

0
Bruce Springsteen

Ne avevamo parlato in questa rubrica il 15 maggio dello scorso anno quando il film di Gurinder Chadha era ancora in fase di lavorazione. Domenica 27 gennaio il film, Blinded By The Light, è stato proiettato in anteprima mondiale  al Sundance Film Festival nello stato dello Utah, a Park City, dove è stato accolto con grande entusiasmo da parte del pubblico ma anche degli addetti ai lavori. Il film, infatti, è stato acquistato per essere distribuito in tutto il mondo.

La storia, come ricorderete, è tratta dal libro autobiografico di Safraz Manzoor (giornalista del Guardian, nda) intitolato “Greetings From Bury Park”, in cui l’autore racconta come la musica e i testi di Springsteen gli abbiano cambiato e salvato la vita. Nel film sono ben 17 i brani di Bruce che “accompagnano” e “caratterizzano” la storia che dura in tutto 114 minuti.

La regista Gurinder Chadha  (fan di Bruce dal 1984 quando lo vide a Wembley) ha detto alla fine della proiezione: «Volevamo essere sicuri che tutto ciò che avevamo scritto fosse approvato da Bruce Springsteen visto che stavamo utilizzando il lavoro della sua vita, la sua musica. Avevamo il dovere di non trattare quella musica e quei testi in maniera superficiale. Quindi c’è stata un strettissima collaborazione con Jon Landau e con Barbara Carr che hanno costantemente sottoposto il nostro lavoro a Bruce>>.

La regista anglo-indiana Gurinder Chadha

«Questo film – ha detto ancora la regista britannica di origine indiana – serve a unire le persone attraverso la musica e le parole e considerati i tempi che si vivono sia negli Stati Uniti, sia nel mio Paese dove c’è un sacco di gente che chiede le divisioni, la separazione, sostanzialmente la xenofobia, mi sembra un tema molto attuale e pertinente. Blinded By The Light è una dichiarazione di speranza, le parole hanno un significato indipentemente dal tuo background culturale. L’animo umano può superare qualsiasi limite>>.

Blinded By The Light sembra sia stato acquistato per la cifra record (per l’edizione del 2019 del Sundance) di 15 milioni di dollari dalla New Line che lo distribuirebbe in tutto il mondo, ad eccezione di Gran Bretagna, Australia e Nuova Zelanda dove i diritti sono stati già ceduti. Se cosi fosse, presto potremmo vederlo anche in Italia!

p.s. Le foto sono prese da internet

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome